Preso

Tratta di esseri umani e sfruttamento della prostituzione: genovese arrestato ed estradato in Francia

L'uomo faceva parte di una grossa rete internazionale che agevolava l'arrivo di giovani donne dal Sud America per sfruttarle sul mercato del sesso

Genova. Gli uomini della Guardia di Finanza di Genova, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica nella persona del Sostituto Procuratore Marco Zocco, ha dato esecuzione ad un mandato di arresto europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria francese nei confronti di un cittadino italiano, residente a Genova, membro di un’organizzazione criminale transnazionale dedita allo sfruttamento della prostituzione ed al riciclaggio dei relativi proventi.

La persona arrestata aveva l’incarico di agevolare l’ingresso nel territorio dell’Unione Europea di donne di origine sudamericana che l’organizzazione criminale, formata anche da cittadini colombiani e rumeni, avviava alla prostituzione in Francia e Spagna attraverso l’uso di violenze fisiche e psicologiche.

La vasta operazione, che ha coinvolto anche le forze di polizia francesi e spagnole, si è conclusa con l’arresto, oltre che del soggetto residente a Genova, anche di altre dodici persone, tutte straniere, componenti dell’organizzazione criminale. Le perquisizioni svolte in Spagna ed in Francia hanno permesso di sequestrare, oltre a documentazione comprovante l’ingresso in Europa di donne sudamericane, anche alcune armi trovate in possesso dei membri della predetta organizzazione. Nei giorni scorsi il cittadino italiano arrestato a Genova è stato estradato in Francia per essere messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Montepellier titolare del procedimento penale nei confronti del gruppo criminale.

leggi anche
  • Via donizetti
    Sestri ponente, sequestrato il ‘Club diamond’ per sfruttamento della prostituzione
  • Operazione quantum
    Casa d’appuntamenti in corso Buenos Aires: madre e figlia arrestate, smantellato un impero della prostituzione