Quantcast
Buona pasqua

‘Spesa sospesa’ in Val Bisagno: ogni settimana consegnati beni di prima necessita a 520 famiglie fotogallery

La rete solidale è nata durante il periodo covid, e continua a portare "speranza e vicinanza a tutte le persone in difficoltà del territorio"

Genova. Cittadini, piccoli negozianti e grande distribuzione, coinvolti dagli enti e associazioni del terzo settore, in stretta collaborazione con il Municipio IV Media Valbisagno, si sono uniti nel progetto di solidarietà “Spesa sospesa” e da marzo 2020 continuano ad aiutare le famiglie in difficoltà.

Ogni settimana vengono consegnate borse con generi di prima necessità alle 520 famiglie seguite sul territorio da Staglieno, Gavette, Sant’Eusebio, San Gottardo, Molassana, Giro Fullo, Struppa e tutte le alture sino a Bargagli e Davagna. Gli auguri di una Serena Pasqua, si arricchiscono non solo di generi di prima necessità ma anche di piccoli “doni” e per i più piccoli di giocattoli e libri, tutto confezionato con tanta cura dai volontari, perché le feste di Natale come quelle di Pasqua sono di tutti.

Le associazioni GAU Gruppo Buon vicinato, Il Leccio, Circolo Arci Sant’Eusebio, Laboratorio il Grappolo, Casa di Fraternità di Sant’Eusebio, Circolo Sertoli e scuole Vespertine di Ponte Carrega, hanno preparato i “doni” per tutte le famiglie seguite dalla rete, con la collaborazione di 70 volontari, i giocattoli e libri sono stati raccolti e confezionati dagli amici di Ponte Carrega. Le associazioni hanno saputo coinvolgere e far partecipare tanti volontari, fra questi molti anziani anche fragili del Gruppo Buon vicinato e della Casa di Fraternità, più a rischio di isolamento e solitudine per la lontananza dagli affetti più cari, familiari, amici e parenti.

A settembre con i regalini di Natale si è costituito il “Laboratorio diffuso spesa sospesa” operativo nelle case dei volontari, a gennaio ha ripreso l’attività per preparare e confezionare un piccolo dono da aggiungere alle borse di Pasqua. Ogni persona ha dedicato con gioia tanto tempo e risorse perché si è sentita gratificata nell’esprimere la propria creatività e di essere parte di questo progetto di solidarietà.

Gli ovetti di cioccolato e le caramelle di gelatina adatte a bimbi e anziani, confezionate insieme ai regalini sono state donate dai volontari stessi e dalla grande distribuzione coinvolta nel progetto: Basko, Conad Struppa, Coop Liguria, Cos’me SpA, Ekom Molassana, Despar Express Molassana, Dufour Novi Ligure, Gailli, Gecar, Ugo Tesi, Municipio IV Media Valbisagno.

“L’ennesimo segno importante che questa rete nata durante il periodo covid sta dando al territori – sottolinea il presidente del Municipio IV Media Val Bisagno Roberto D’Avolio – un gesto concreto di vicinanza e solidarietà. Tante persone e tante realtà della valle che si sono uniti per dare un segno di speranza a tutti”