Quantcast
Verso l'estate

Sestri Levante: la spiaggia Baia del Silenzio resta gratuita, aggiunti servizi turistici a pagamento

Confermati i tre ingressi presidiati per l’accesso all’arenile dalle 8 alle 20 e l’utilizzo della app per il controllo della disponibilità di postazioni

Sestri Levante. “Gli ottimi risultati ottenuti dalla gestione della Baia del Silenzio lo scorso anno ci spingono a lavorare per un ulteriore miglioramento nel livello di fruizione della spiaggia e sono stati il volano per lo sviluppo di nuove idee in questo senso – dichiara la sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio – da diverso tempo siamo al lavoro su progetti che uniscano nuovi servizi collegati alla fruizione della Baia alla garanzia che la spiaggia resti pubblica e gratuita”.

Dopo il confronto in giunta il Comune di Sestri Levante ribadisce la gestione pubblica della Baia del Silenzio e conferma l’affidamento della sua gestione a Mediaterraneo Servizi, concordando con la società partecipata le modalità di fruizione della spiaggia ma anche lo sviluppo di alcuni servizi collaterali che possano offrire alternative interessanti per la scoperta della Baia.

Resta confermato l’ingresso gratuito alla spiaggia della Baia del Silenzio attraverso 3 ingressi, via Portobello, vico Andersen e piazzetta Stalli, presidiati da personale professionista della sicurezza che regolamenterà e controllerà l’accesso all’arenile dalle 8 alle 20 e l’utilizzo della app per il controllo della disponibilità di postazioni. Alla gestione dello scorso anno si aggiungerà la possibilità di partecipare ad alcune attività a pagamento, per chi lo desidera, per un nuovo tipo di esperienza legata alla Baia del Silenzio.

Si tratterà di percorsi ambientali e turistici, come escursionismo o attività subacquee, che recepiscono le attuali tendenze orientate allo sport e all’esperienza, con la volontà dell’Amministrazione di lavorare per un turismo che non sia solo fruizione e consumo del territorio ma che sia anche occasione di scoperta. Servizi di intrattenimento e doposcuola per bambini, possibilità di noleggio e-bike, un servizio di spogliatoio con armadietti per lasciare quanto non adatto alla spiaggia e la possibilità di ulteriori servizi igienici, completeranno l’offerta.

“Il turismo unito alla valorizzazione e alla scoperta dei territori è anche occasione per la loro tutela – spiega la sindaca – un lavoro che portiamo avanti come Amministrazione con il coinvolgimento di diversi soggetti del territorio per la creazione di progetti che guardino alla gestione del territorio in maniera strutturata e complessiva”.

Marcello Massucco amministratore di Mediaterraneo Servizi aggiunge: “La gestione degli accessi dello scorso anno ha avuto positivi riscontri da parte di residenti e turisti. L’idea è di affiancare alla fruizione sostenibile, pubblica e gratuita della Baia del Silenzio, che resta l’obiettivo primario, una serie di attività che permettano a tutti di scoprire le eccellenze ambientali e culturali legate a questo stupendo anfiteatro naturale”.

leggi anche
  • Speranza
    Coronavirus, l’obiettivo di Genova per l’estate: spiagge libere senza numero chiuso