Quantcast
Calcio

Serie D: le grandi sorprese degli anticipi della 28ª giornata

Lo speciale del Ct Vaniglia

Il Ct Vaniglia insieme a Franco Tarabotto, presidente del Vado FC

Come volevasi dimostrare! Il calcio al tempo del Covid 19 non finisce mai di stupire. Non sono solo la Juventus a perdere in casa con il Benevento, o il Bayern a crollare per due gare consecutive, ma è l’intero panorama del mondo del pallone a rivelare continue “eccezionalità” che se da un lato mettono in luce l’aspetto forse più attraente di questo nobile sport (che è la sua proverbiale e formidabile imprevedibilità) dall’altro fa sì che vi siano continue interruzioni di percorso che impediscono (Inter e Ternana a parte) di dare continuità ai risultati.

E’ il caso, in questo ghiotto anticipo del girone A dell’Interregionale, della clamorosa rimonta del Fossano che ha strappato un importante 3 a 2 contro l’Imperia al Ciccione (un blitz vero e proprio che inguaia il Vado di Tarabotto) e del pari in extremis del coriaceo Saluzzo che ha fermato sul 2 a 2 finale una Castellanzese che sembrava oramai avercela fatta.

Un buon esito hanno avuto anche gli incontri delle altre tre liguri a partire dal netto 3 a 1 con cui i corsari del Sestri Levante hanno “matato” il Casale, per arrivare agli ottimi pareggi esterni a reti inviolate della Sanremese con il Pont Donnaz e della Lavagnese a Bra.

Decisiva infine in chiave salvezza la netta affermazione del Derthona sull’Arconatese. Detto dei rinvii di Borgosesia/Gozzano e di Città di Varese/Legnano, domani saranno in pista a partire dalle ore 15 Chieri/Folgore Caratese e soprattutto Caronnese/Vado.

Per i rossoblù l’imperativo sarà quello di fornire una prestazione pari al blasone della società e di tornare dalla Lombardia con qualche punto che faccia muovere la classifica, visto che le competitrici dirette stanno dando segnali importanti di ripresa.

Clicca qui per consultare risultati e classifica.