Quantcast
29ª giornata

Serie D: la Lavagnese rifila sei reti al Borgosesia

I bianconeri partono male, ma già al riposo sono avanti 4 a 1

Lavagna. Una gara fondamentale partita in salita viene raddrizzata da un gruppo magnifico, un gruppo di ragazzi che ha saputo ritrovare la via smarrita.

Pronti via e al 1′ Bramante prova la conclusione centrale ben controllata da Boschini, sul capovolgimento di fronte Buongiorno calcia a botta sicura trovando sulla traiettoria un difensore ospite e al 4′ anche Alluci prova a impensierire Barlocco ma senza fortuna.

Al primo vero inserimento il Borgosesia passa: rimessa laterale di Iannacone, Gerace serve di testa Perego che la scambia con Monteleone e si ritrova solo davanti a Boschini che intercetta ma non può impedire la rete del vantaggio ospite.

Al 10′ Addiego Mobilio e al 13′ Perego provano conclusioni molto velleitarie che servono solo a mantenere viva l’attenzione dei rispettivi portieri.

Ma al 15′ Addiego Mobilio riceve palla da Oneto sulla destra, si accentra e seppur contrastato lascia partire un chirurgico rasoterra che supera il povero Barlocco per il meritato pareggio. Due minuti dopo ancora Addiego Mobilio prova la conclusione da notevole distanza trovando pronto il numero uno piemontese.

La partita scivola via veloce, la Lavagnese prende in mano le redini del gioco e inizia a costruire bel gioco fino al 38′ quando Oneto calcia una punizione dalla destra, Avellino la mette in area dove Buongiorno è rapace e complice un pasticcio di Barlocco deposita in rete il raddoppio bianconero. Il Borgosesia in questo momento è offuscato dal predominio lavagnese e dopo soli quattro giri di orologio ancora Addiego Mobilio si libera agevolmente della marcatura e dalla sinistra confezione un assist con i giri giusti per capitan Avellino che la deve solo piazzare in porta.

Il Borgosesia soccombe ed è tutto nel tiro fuori misura di Bramante al 43′, la Lavagnese sta bene e prende sempre più possesso del campo tanto che al 45′ Szafran commette un errore in disimpegno spalancando l’autostrada verso la porta a Buongiorno che spiazza Barlocco per il 4-1 che chiude la prima frazione di gioco tra gli applausi dei pochi eletti del Riboli.

La seconda frazione si apre con una mini-rivoluzione di mister Rossini che opera ben tre sostituzioni inserendo Galli, Corigliano e Rivi al posto di Barlocco, Szafran e Perego. Al 49′ Oneto commette un errore in disimpegno lanciando a rete Bramante il quale serve Rivi che si vede rimpallare addosso la propria conclusione. Due minuti dopo lo stesso Rivi si lancia su una palla morbida di Cortinovis anticipando Boschini ma Scorza è più veloce di tutti togliendo la palla dalla linea di porta! La Lavagnese adesso lascia il pallino del gioco al Borgosesia che deve rincorrere, mister Masitto al 56′ sostituisce così Rovido con Romanengo e dopo soli due minuti l’onnipresente Addiego Mobilio recupera palla a centrocampo e difendendo con i denti la palla serve Buongiorno in profondità bravo ad anticipare Galli per il 5-1 e per la tripletta personale.

A questo punto mister Rossini inserisce Baiardi al posto di Cortinovis ma ancora Solinas pescato sul filo del fuorigioco ha l’occasione di segnare calciando sul primo palo ben chiuso però da Galli. Al 65′ si vede anche il Borgosesia che va alla conclusione col solito Bramante ma Boschini è bravo a controllarla. Al 67′ Di Vittorio rileva Romanengo e due minuti dopo commette fallo su Monteleone meritando l’ammonizione che lo vedrà squalificato domenica a Varese. Al 77′ il Borgosesia deve sostituire capitan Vecchi per un leggero infortunio, al suo posto dentro Confalonieri, la Lavagnese si rilassa e i sesiani affondano il colpo: Bramante colpisce il pallo dal limite e Rivi è veloce a depositarla in rete per il momentaneo 5-2. Mister Masitto non ci sta, non vuole cali di concentrazione ed effettua un triplice cambio inserendo Bacigalupo, Bei e Di Lisi al posto di Avellino, Buongiorno e Scorza. Il Direttore Gianluca Martino di Firenze decide che saranno quattro i minuti di recupero ma c’è ancora il tempo di vedere l’ultima pregevole rete di Alluci, il 6 bianconero intercetta palla a centrocampo e sgroppa per 40 metri, finta il passaggio filtrante per Solinas e supera in area il povero Galli per il definitivo e meritato 6-2 finale.

La Lavagnese  ha dimostrato di essere un’ottima squadra oggi come lo era nel girone di andata e di meritare una classifica migliore, ci vuole però l’umiltà di lavorare a testa bassa vivendo domenica dopo domenica. Prossimo probante impegno domenica al Franco Ossola contro il Città di Varese, poi sosta di due settimane per permettere i recuperi delle gare rinviate e nuovo inizio mercoledì 5 maggio al Riboli contro il Derthona.

Di seguito il tabellino.

LAVAGNESE: Boschini, Oneto, Scorza (88′ Di Lisi), Avellino (83′ Bacigalupo), Rossini, Alluci, Rovido (56′ Romanengo)(67′ Di Vittorio), Basso, Buongiorno (84′ Bei), Addiego Mobilio, Solinas.

A disposizione Bova, Profumo, Romanengo, Queirolo, D’Orsi. All. Cristiano Masitto.

BORGOSESIA: Barlocco (46′ Galli), Iannacone, Cortinovis (59′ Baiardi), Vecchi (77′ Confalonieri), Bajic, Gerace, Monteleone, Szafran (46′ Corigliano), Perego (46′ Rivi), Bramante, Aloia.

A disposizione Pettinaroli, Matera, Bernardo, Areco. All. Stefano Rossini.

Arbitro: Gianluca Martino di Firenze.

Assistenti: Andrea Manzini di Voghera e Roberto Lobene di San Benedetto del Tronto.

Ammoniti al 69′ Di Vittorio, all’80’ Oneto, all’89’ Solinas, al 90′ Iannacone.

Possesso palla 57 – 43 %

Tiri (in porta) Lavagnese 15 (10) – Borgosesia 12 (8).

Calci d’angolo 4 – 1.

Falli commessi 10 – 11.

Reti: 7′ Perego, 15′ Addiego Mobilio, 38′ Buongiorno, 42′ Avellino, 45′ e 58′ Buongiorno, 82′ Rivi, 91′ Alluci.

Più informazioni