Scontro Governo-Regioni sulle riaperture, Toti: "Sono certo che Draghi accoglierà gli stimoli positivi" - Genova 24
Commento

Scontro Governo-Regioni sulle riaperture, Toti: “Sono certo che Draghi accoglierà gli stimoli positivi”

"Qualche incomprensione ci può essere, l’importante è mantenere aperto un canale di dialogo, una leale collaborazione e rimediare"

Generica

Genova. Forse con il governo Conte non si era mai arrivati a questo livello di scontro con gli enti locali ma quando mancano poche ore alla definizione delle norme per la ripartenza del Paese dal 26 aprile in poi il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti cerca di gettare acqua sul fuoco. L’auspicio, forse, è che possa esserci ancora qualche aggiustamento come ad esempio sul coprifuoco alle 23 o sulle regole di ingaggio per locali e ristoranti.

“Qualche incomprensione ci può essere, l’importante è mantenere aperto un canale di dialogo, una leale collaborazione e rimediare, le Regioni non stanno chiedendo nulla di insensato, nulla di stravagante, men che meno di imprudente”, dice Toti a margine della cerimonia della festa della bandiera di Genova.

“Ci sono stati momenti di tensione, è stato un anno, oltre un anno, difficile per tutti, per i governi come per i governatori, i sindaci e il personale che ha lavorato tanto e molto bene dati i risultati della nostra regione – ha aggiunto – stiamo cercando di collaborare, con le nostre idee, per dare al Paese un quadro normativo che aiuti le categorie e le persone che hanno sofferto molto”.

Il governatore conclude: “Sono certo, per come ho avuto modo di conoscerlo, che il presidente Draghi sarà per accogliere in positivo quello che vuole essere uno stimolo positivo”.

Più informazioni
leggi anche
toti
Ignorato
Decreto Covid, Toti: “Coprifuoco alle 22 e divieto di mangiare al chiuso vanno contro il buonsenso”
Generico aprile 2021
Ipotesi
Nuovo decreto Draghi, nella bozza il coprifuoco resta alle 22 ma dal 1 giugno ristoranti anche al chiuso