Quantcast
Mozione

Rivarolo, il municipio chiede al Comune di acquistare villa Pallavicini e riportarla agli antichi splendori

Il progetto è di ristrutturarla realizzando uffici pubblici e locali per la cultura e il sociale. L'edificio del Settecento oggi versa in stato di degrado

Genova. Di proprietà dei marchesi Cattaneo Adorno, un tempo era una lussuosa residenza di campagna. Fino agli anni Novanta del 1900 era frequentata quotidianamente dalla cittadinanza come sede degli uffici della ex circoscrizione: tanti polceveraschi hanno fatto lì la propria prima carta d’identità.

Oggi, villa Pallavicini, a Rivarolo, è abbandonata a se stessa. Infissi semi-distrutti, intonaco messo alla prova da umidità e rampicanti, gli interni svuotati e polverosi. Una bellezza deturpata che è stata pure al centro della battaglia di un’associazione – gli Amici di villa Pallavicini – che sono riusciti a renderla tra i “luoghi del cuore” Fai più votati.

Ieri sera il consiglio Municipale della Valpolcevera ha votato all’unanimità una mozione presentata dai gruppi consiliari Partito Democratico, Lista Crivello e Gruppo Misto sul recupero e la valorizzazione di Villa Pallavicini a Rivarolo.

La mozione si propone di chiedere alla civica amministrazione di acquistare la villa dai proprietari privati e di ristrutturarla adibendola a uffici pubblici del municipio, come un tempo, ma ricavando anche spazi per la cultura e la socialità aperti ai cittadini e alle associazioni del territorio.

“Ringrazio tutti i gruppi consiliari presenti in consiglio e, oltre ai proponenti, ci tengo a rivolgerne uno particolare anche ai gruppi di Chiamami Genova e Movimento 5 Stelle con cui in queste settimane abbiamo avuto diversi confronti sul tema – dice il presidente del municipio Valpolcevera Federico Romeo – la richiesta al Comune è molto semplice: acquistare Villa Pallavicini, riqualificarla e metterla a disposizione della cittadinanza, il patrimonio storico della villa è straordinario perché rappresenta il cuore del quartiere di Rivarolo e da questo luogo deve ripartire la rinascita”.

La mozione, peraltro, mette in pratica il nuovo regolamento comunale che stabilisce per i municipi un ruolo politico, propositivo, nei confronti del Comune. Bisognerà ora capire se l’amministrazione centrale reputerà strategico investire denaro per acquistare un edificio da un privato e per ristrutturarlo.

Intanto, nella vicina piazza Pallavicini, davanti alle scuole, proseguono i lavori di restyling con una nuova pavimentazione, una nuova organizzazione di aree verdi e parcheggi e alcune soluzioni innovative per l’illuminazione e non solo.