Quantcast
Commento

Ponte Morandi, Traversi (M5s): “Una tragedia che poteva essere evitata”

"Chi ha responsabilità paghi", dice il deputato del M5s, ex sottosegretario ai Trasporti

Genova. “Si sono chiuse le indagini sul Ponte Morandi di Genova, le notizie che arrivano dalla Procura di Genova sull’inchiesta sono inquietanti e dimostrano che quanto sostenevamo fin dall’inizio potrebbe rivelarsi più che fondato. Dai risultati delle indagini pare che dall’inaugurazione nel 1967 fino al crollo nel 2018, non sarebbe stato eseguito alcun intervento di manutenzione sugli stralli della pila 9 e che hanno poi portato al crollo del ponte costato la vita a 43 persone. La tragedia, come purtroppo ho sempre sostenuto, con una dovuta attività di manutenzione avrebbe potuto essere evitata”.

Così Roberto Traversi, deputato ligure del M5s ed ex sottosegretario al ministero dei Trasporti commentando le informazioni emerse dall’Acip.

“Dalla concessione del 1982 Società Autostrade avrebbe speso solo poco più di 26mila euro a fronte di oltre 1,3 milioni di euro investiti dal concessionario pubblico. Una situazione inaccettabile soprattutto considerato che il concessionario aveva i bilanci più che in attivo, tanto da aver distribuito utili ai suoi azionisti”, continua.

“La speranza, che è soprattutto un auspicio, è che chi ha responsabilità paghi per queste clamorose negligenze che hanno causato tanto dolore a decine di famiglie e messo in ginocchio l’economia di un’intera città”, conclude Traversi.