Quantcast
Progetto

Nuove aree giochi per bambini, il Comune di Genova vara l’accordo da 400mila euro

I lavori da effettuare non sono stati stabiliti a monte, ma saranno individuati via via sulla base delle necessità e delle esigenze manifestate dai cittadini

Genova. La giunta comunale su proposta dell’assessore ai lavori pubblici, manutenzioni e politiche per lo sviluppo delle vallate Pietro Piciocchi, ha approvato il progetto definitivo per gli interventi di riqualificazione e realizzazione di nuove aree gioco sul territorio comunale.

I lavori, inseriti nel programma triennale dei lavori pubblici, prevedono una spesa complessiva di 400mila euro di cui 200mila nel 2021, 100mila nel 2022 e 100mila nel 2023.

Il progetto definitivo, redatto dagli uffici tecnici della direzione facility management e costituito da relazione tecnico-illustrativa e quadro economico, prevede interventi diffusi sul territorio. Trattandosi di un cosiddetto “accordo quadro“, i lavori da effettuare non sono stati stabiliti a monte, ma saranno individuati via via sulla base delle necessità e delle esigenze manifestate dai Municipi e dai cittadini. In questo modo, la città di Genova ha a disposizione uno strumento flessibile, che permetterà di intervenire rapidamente in maniera mirata dove serve, ad esempio in seguito alla rottura di un gioco o un’attrezzatura.

“Migliorare le aree gioco esistenti e costruirne di nuove – spiega l’assessore Pietro Piciocchi – è un impegno che ci siamo presi come Amministrazione e che intendiamo portare avanti con forza nel quadro delle misure a favore e sostegno delle famiglie genovesi. Dare ai nostri figli il diritto di correre e giocare in libertà e sicurezza vicino a casa serve a loro per fare movimento e svagarsi, soprattutto in questo periodo di restrizioni dovute alla pandemia, e ai loro genitori e nonni per trascorrere più tempo all’aria aperta. Continuiamo a lavorare con l’obiettivo che Genova diventi sempre di più una città a misura di bambino”.

Come si diceva non è possibile, al momento, indicare quali interventi verranno concretamente realizzati. Con l’accordo quadro precedente e ancora in corso sono stati effettuati numerosi lavori e altri stanno per partire.

A maggio è previsto l’avvio dei lavori per la realizzazione di aree giochi inclusive nei Giardini Pavanello (Municipio II) e nei Giardini Guerra (Municipio V) (con donazione Uildm attraverso il bando “A scuola d’inclusione”). Sono previsti una nuova pavimentazione antitrauma, giochi a molla, a cesto e a scodella, altalene inclusive e pannelli interattivi (“sonoro” e “sistema solare”). Il contrasto cromatico della pavimentazione è pensato per supplire difficoltà visive.

Altri lavori per i quali è attualmente in corso la progettazione esecutiva riguardano la riqualificazione dei Giardini Marchisio e di Parco da Pelo Pra’.

I più recenti già realizzati

Di recente, altri interventi su aree gioco-fitness sono stati effettuati ai Giardini Nobile (Municipio IV), con la riqualificazione dell’ex pista di pattinaggio, con installazione di un gruppo di giochi inclusivi e l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Nel Quartiere San Pietro – Lavatrici (Municipio VII) è stata riqualificata l’area giochi per fascia di età prescolare/scolare, con sostituzione dei giochi esistenti con giochi inclusivi; è stata realizzata un’area parcour/fitness pensata per gli adolescenti con installazione di attrezzature specifiche.

Nella Darsena Comunale (Municipio I), è stata realizzata un’area giochi per i bimbi di età prescolare/scolare a tema marino.

Nei Giardini Varesano (Municipio III) è stato ripensato lo spazio urbano con la realizzazione di area giochi e area sosta/relax.

Il Comune ha anche attivato collaborazioni con sponsor che hanno portato, ad esempio, alla realizzazione di aree inclusive a Villa Rossi (donazione Associazione Samuele Cavallaro onlus), a Villa Scassi (donazione Rotary club), ai Giardini Guerra (donazione UILDM bando “a scuola d’inclusione”), ai Giardini Marchisio (donazione Lions club).

Più informazioni