Quantcast
Tutti d'accordo

‘Nûa Natûa’, Casarza Ligure si schiera contro l’alienazione. Muzio: “Tutelare i luoghi più belli”

Tutti d'accordo contro l'alienazione

Genova. Rivedere l’Elenco delle alienazioni immobiliari affinché ne sia escluso il complesso di “Nûa Natûa” sito in località Vallegrande, tra i Comuni di Sestri Levante e Moneglia. E’ quanto chiede alla Città Metropolitana il Consiglio Comunale di Casarza Ligure, che su questo tema ha approvato all’unanimità, nella serata di ieri, un ordine del giorno proposto dal consigliere Claudio Muzio a nome del gruppo di maggioranza “Casarza è di tutti”.

Il documento, richiamando “l’elevato valore ambientale, paesaggistico e naturalistico” del sito di “Nûa Natûa” e la sua importanza “per tutto il comprensorio della Val Petronio, e più in generale per il Tigullio e per la Riviera di Levante”, individua nel mantenimento del bene sotto la proprietà pubblica la “forma più efficace di salvaguardia”. Da qui la richiesta alla Città Metropolitana e ai suoi vertici istituzionali di modificare l’Elenco delle alienazioni approvato dal Consiglio Metropolitano lo scorso 20 gennaio, “espungendovi il complesso di ‘Nûa Natûa’”.

“Sono soddisfatto per l’approvazione all’unanimità del documento da me proposto e ringrazio il sindaco Giovanni Stagnaro, i colleghi consiglieri comunali di maggioranza e opposizione per il loro voto”, dichiara Muzio. “E’ un segnale chiaro della volontà del territorio di tutelare uno dei suoi luoghi più belli e caratteristici. Sono fiducioso riguardo alla possibilità di giungere in tempi brevi ad una svolta che vada nella direzione indicata dal nostro ordine del giorno”, conclude il consigliere comunale e regionale.

leggi anche
  • Il caso
    Sestri Levante, Nûa Natûa è sotto sfratto e Sinistra Italiana: “Gravissimo”
  • Nua Natua: a Sestri Levante conclusi i lavori per far rinascere piante e sentieri dopo gli incendi
  • L'attacco
    Nua natua, il comitato Tigullio possibile: “Sconcertante mercificazione del nostro patrimonio”