Quantcast
Cantieri

Moneglia, nuovi scogli per difendere la spiaggia. Ma i comitati chiedono un reef sommerso

I lavori da 3,4 milioni di euro e prevedono la costruzione di due lunghi pennelli a protezione del litorale

Genova. Sono in fase di completamento gli interventi per il ripristino delle barriere e la difesa del litorale lungo la costa tra Moneglia e Deiva Marina, dopo i danni da mareggiata subiti nel 2018 e nel 2019, per un importo complessivo dai fondi di protezione civile di circa 3,4 milioni.

Sono a buon punto i lavori in località La Secca, che comprendono la manutenzione di due pennelli di difesa per un importo di 900mila euro. “Altri 1,4 milioni verranno impiegati per i lavori di difesa del tratto di costa a ponente tra l’ex ‘Arcobaleno’ e La Secca, che cominceranno a breve”. Proprio su questo intervento si è espresso un comitato spontaneo nato per difendere la fruibilità della spiaggia e che chiede che i due pennelli in costruzione siano più corti con l’aggiunta di un reef artificiale che impedisca l’erosione della spiaggia, senza impattare sul paesaggio.

Questa costruzione sottomarina, e quindi invisibile alla vista, avrebbe la doppia funzione di spezzare il moto ondosa salvaguardando la spiaggia dall’erosione, e al contempo creare le condizioni per generare onde “surfabili”, cosa che sarebbe molto gradita dai numerosi surfisti che ogni anno raggiungono Moneglia e il suo mare, famoso per le sue condizioni particolarmente favorevoli per questo sport.

“Mettiamo in campo risorse importanti per restituire sicurezza a una costa splendida quanto fragile della nostra regione, in un tratto in cui il mare si trova a ridosso delle arterie stradali e ferroviarie – ha detto l’assessore alla protezione civile e difesa del suolo Giacomo Giampedrone, al termine del sopralluogo odierno ai cantieri – Oltre a questo, grazie al fondo strategico regionale 2020, abbiamo accolto la proposta del Comune di Moneglia di riqualificare l’impianto di illuminazione della strada delle gallerie, terminati a fine febbraio.”

In località Littorno – conclude l’assessore Giampedrone – si procederà alla sistemazione della tombinatura esistente e al consolidamento del versante, per circa 66mila euro. Regione Liguria ha già predisposto, inoltre, l’inserimento nel piano interventi dei lavori di ripristino alle opere di difesa della costa in località Punta Rospo per un impegno di 1,4 milioni.” Poco meno di 800mila euro, infine, l’impegno per la nuova illuminazione della strada delle gallerie, arteria essenziale per il centro abitato.

leggi anche
  • Ancora?
    Cemento e turismo, il progetto del porto di Moneglia che cancella decine di metri di litorale
  • Disagi
    Cede il muro del depuratore, chiuse le gallerie tra Moneglia e Deiva Marina