Volontariato

Mappare e mantenere i sentieri “sui bricchi” di Genova, convenzione tra Comune e Zena Trail Builders

Sono oltre 160 percorsi, da Ponente a Levante passando per le valli interne, su cui potranno concentrarsi interventi di riqualificazione

Genova. Comune di Genova e il consorzio Zena Trail Builders insieme per la valorizzazione del territorio collinare genovese e per il coinvolgimento consapevole dei cittadini nel riassetto, nell’allestimento, nella riqualificazione della rete sentieristica e delle strade bianche di collegamento con l’entroterra.

Con la convenzione quadro sottoscritta questa mattina dal sindaco di Genova e della città metropolitana Marco Bucci, dal presidente del Consorzio Paolo Persich e dell’assessore alla Tutela e sviluppo delle Vallate Paola Bordilli, nasce una collaborazione, a costo zero, tra il neonato consorzio e il Comune di Genova con l’obiettivo di cartografare con georeferenziazione tutta la rete sentieristica che oggi presenta delle criticità e attuare interventi di recupero, manutenzione e allestimento di apposita segnaletica, nei crinali di collegamento con le vallate genovesi.

Il consorzio si è costituito a gennaio con 9 associazioni sportive, attive da Arenzano a Torriglia. Tra le attività svolte dai volontari del Consorzio c’è l’organizzazione e la gestione di attività di mantenimento, pulizia e tracciatura dei sentieri, di antincendio boschivo, in supporto alle attività sportive outdoor, formazione e attività didattiche, valorizzazione di percorsi tematici e storici sugli antichi percorsi nell’entroterra genovese.

“In questi mesi di limitazioni negli spostamenti moltissimi genovesi hanno riscoperto percorsi e itinerari nel nostro entroterra – dichiara il sindaco di Genova Marco Bucci – molti genovesi hanno anche deciso di fare la propria parte per passione e rimboccarsi le maniche facendo rete per dare l’opportunità a tantissimi appassionati, escursionisti e famiglie di percorrere i nostri crinali con vista su paesaggi unici. Oltre a sostenere e a incentivare l’impegno di queste associazioni, metteremo a disposizione mezzi di promozione dei sentieri di volta in volta riqualificati perché possano diventare una meta anche per appassionati di outdoor a livello internazionale e un patrimonio fruibile da tutti i genovesi, in ogni stagione, disponendo anche di un’interessante rete di rifugi”.

Da una prima ricognizione effettuata dal Consorzio, sono circa 160 i sentieri, da Ponente a Levante, passando per le valli interne, su cui potranno concentrarsi interventi di manutenzione, ripristino ed eventuale installazione di cartellonistica.

“Come amministrazione – spiega l’assessore Bordilli – abbiamo già stipulato un’importante convenzione con la Fie, Federazione italiana escursionismo, per il coordinamento di tutte le attività di gestione e manutenzione, ordinaria e straordinaria, della rete sentieristica, razionalizzando dli interventi, con segnaletica standard e pianificazione di attività che comprenda anche la valorizzazione delle attività artigiane tipiche che si trovano nelle nostre straordinarie vallate. Per la prima volta si sta concretizzando una sinergia che porta a risultati tangibili di valorizzazione, con il territorio e per il territorio. Il Consorzio sta lavorando in modo molto efficace con i suoi volontari e crediamo molto che dall’unione di tutte le forze in campo si possano ottenere risultati straordinari in termini di promozione del territorio, riscoperta delle nostre bellezze paesaggistiche e ricadute economiche per le micro imprese dell’entroterra”.

“Ringraziamo – commenta il presidente Persich – il Comune di Genova, il sindaco Bucci e l’assessore Bordilli per averci dato la possibilità di una concreta collaborazione che auspichiamo possa allargarsi anche ad altre associazioni per rendere sempre più accessibile il nostro entroterra e dare la possibilità a una platea sempre più ampia di appassionati di fruire della nostra rete sentieristica”.

leggi anche
  • Trekking
    L’Alta Via come il Cammino di Santiago, 1,3 milioni per valorizzare i sentieri
  • Sui bricchi
    Montagna che passione, “Appennino Genovese”: nel libro di Andrea Parodi 100 gite a prova di “zona rossa”
  • Accordo
    Nuova convenzione tra Cai e Comune di Genova per mappare tutti i sentieri delle vallate