A prà

Litiga con il convivente: la polizia lo trova nascosto nel cassettone del letto

Si era nascosto perché irregolare. La donna aveva negato la presenza dell'uomo, ma nessuna denuncia

Genova. Sembrava un ‘normale’ intervento per una lite in famiglia ma i poliziotti delle volanti, chiamati dai vicini di casa, hanno trovato poi una situazione particolare. E’ successo ieri nel quartiere di Prà quando gli aventi sono dovuti intervenire in un appartamento su segnalazione di alcuni vicini di casa di una coppia di giovani, esasperati dalle ennesime urla.

Quando la polizia ha bussato alla porta ha aperto una donna, una genovese di 28 anni, che ha negato che ci fosse qualcuno in casa con lei e non voleva far entrare i poliziotti. Gli agenti l’hanno poi convinta ad ispezionare l’appartamento dove, nascosto nel cassettone sotto il letto hanno trovato un uomo. Lui, marocchino di 25 anni, si era nascosto perché è irregolare e nessuno dei due voleva farlo scoprire.

L’intervento si è quindi concluso senza denunce, ma con l’invito ai due a non allarmare ulteriormente il vicinato.

Più informazioni