In piazza

Leonardo, secondo giorno di protesta dei lavoratori per difendere l’automazione

Prosegue la mobilitazione contro la dismissione e la fuoriuscita della Business Unit Automazione

Genova. Ancora una giornata di protesta per i lavoratori di Leonardo che questa mattina tra le 10 e le 11 sono tornati a riunirsi dopo la partecipata assemblea di ieri mattina presso la sede di Genova Sestri.

Le motivazioni alla base della mobilitazione riguardano la vertenza contro la dismissione e la fuoriuscita della Business Unit Automazione dal perimetro Leonardo.

Fim Fiom Uilm “chiedono al primo gruppo industriale del Paese di ritornare sui propri passi – si legge in una nota dei sindacati – e di non disperdere un patrimonio professionale apprezzato in tutto il mondo”.

Intanto rimarcano ancora una volta “l’assordante silenzio della politica sulla vicenda che, ricordano i delegati Leonardo di Fim Fiom Uilm, riguarda 400 famiglie genovesi”.

Più informazioni