Legge urbanistica, Ugolini (M5s): "Ddl maggioranza privo di visione paesaggistica" - Genova 24
Opposizione

Legge urbanistica, Ugolini (M5s): “Ddl maggioranza privo di visione paesaggistica”

"Le modifiche non tengono conto delle esigenze del territorio", aggiunge il consigliere regionale

Paolo Ugolini

Genova. “Il disegno di legge portato oggi in Consiglio regionale è esattamente ciò di cui la nostra Regione non ha bisogno: anziché semplificare, complica; anziché sostenere i Comuni, li lascia soli; anziché snellire gli iter, crea incertezza procedurale; anziché tutelare il paesaggio, lo mortifica”.

Lo dichiara il consigliere regionale del M5S Paolo Ugolini, che poi entra nel dettaglio delle criticità paesaggistiche: “Grave che la maggioranza si ostini a non vedere le norme che tutelano l’ambiente e il paesaggio come una risorsa. Anzi, leggendo questo testo, si evince che la salvaguardia ambientale e paesaggistica è di fatto un fastidio, un vincolo all’idea di “sviluppo” che per questo centrodestra va ricercata in ulteriore consumo di suolo”.

“Le nuove norme vanno a toccare la pianificazione comunale in senso peggiorativo, perché non tengono conto delle esigenze delle amministrazioni, soprattutto di quelli dell’entroterra che hanno invece bisogno di norme capaci di migliorare la qualità della vita dei cittadini che vivono nei paesi lontano dalla costa e dai servizi delle città. Norme capaci di risolvere problemi come isolamento, mancanza di strutture, scuole, impianti sportivi”.

“Ancora una volta gravemente insufficienti, poi, sono le attenzioni che l’Ente dovrebbe avere per le criticità idrogeologiche del nostro territorio: nel Ddl, latitano strategie ormai vitali per mettere in sicurezza la Liguria, sempre più fragile, sempre più sfruttata, sempre più erosa”.

“La linea di questa maggioranza si palesa chiaramente leggendo l’articolo 9 del Ddl: ai Comuni in pratica non si applicherà più il piano paesaggistico né attuale né futuro. Non ci sarà, in soldoni, il piano che disciplina come garantire il paesaggio quando si va a intervenire sul territorio”, conclude Ugolini.