L'indagine

Insegnante morta a 32 anni per emorragia cerebrale: la procura apre un’inchiesta per omicidio colposo

Sequestrate dai Nas le cartelle cliniche della donna e la documentazione relativa all'iter vaccinale

Genova. La procura di Genova ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo dopo la morte della 32enne Francesca Tuscano.

La donna era stata ricoverata al San Martino sabato pomeriggio dopo che i famigliari l’avevano trovata in stato di incoscienza sabato mattina a causa di un’emorragia cerebrale dovuta a un trombo. Dalla sera precedente aveva accusato nausea e cefalea. Il vaccino Astrazeneca le era stato somministrato il 22 marzo. A causa dell’emorragia è morta nella notte tra sabato e domenica.

Domani verrà affidato l’incarico al medico legale Luca Tajana per l’autopsia. Il fascicolo è stato assegnato alla pm Arianna Ciavattini del gruppo salute. I Nas hanno acquisito le cartelle cliniche della donna e la documentazione relativa all’iter vaccinale, dal numero del lotto al consenso informato, e l’anamnesi fornita dalla Tuscano.

“Non vogliamo – ha detto il procuratore aggiunto Francesco Pinto – sostituirci all’autorità amministrativa, all’Aifa, ma approfondire la vicenda con i mezzi della magistratura”.

leggi anche
  • Commento
    Insegnante 32enne morta per trombosi, Toti: “Su vaccini in corso verifiche, serve fiducia nella scienza”
  • Decesso
    Morta l’insegnante di 32 anni vaccinata con AstraZeneca: era ricoverata per emorragia cerebrale
  • Trombosi
    San Martino, insegnante di 32 anni vaccinata con Astrazeneca in rianimazione per emorragia cerebrale
  • Le indagini
    Insegnante morta dopo emorragia cerebrale, venerdì l’autopsia
  • Indagini
    Anziana ultravulnerabile muore al San Martino, aveva ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer
  • Esito
    Insegnante morta a due settimane dal vaccino, l’autopsia conferma la trombosi