Il Senato dice sì alla cittadinanza italiana per Patrick Zaki - Genova 24
Il voto

Il Senato dice sì alla cittadinanza italiana per Patrick Zaki

Approvato con 208 sì e nessun contrario. Astenuti i 33 senatori di Fdi

Generica

Roma. Via libera dall’Aula del Senato alla cittadinanza italiana a Patrick Zaki, lo studente agli arresti dal 7 febbraio del 2020 in Egitto. L’ordine del giorno presentato è stato approvato con 208 sì, nessun contrario e 33 astenuti.

Tra gli astenuti i 22 senatori di FdI. Il documento approvato chiede inoltre al governo di sollecitare le autorità egiziane per la liberazione dello studente e di monitorare le udienze processuali e le condizioni di detenzione.

Tra le altre richieste approvate quella di attivarsi a livello europeo per la tutela dei diritti umani nei Paesi dove persistono violazioni e a portare iniziative al G7 con particolare riguardo a casi di repressione di attivisti politici.

“C’è qualcosa nella storia di Patrick Zaki che prende in modo particolare, ed è ricordare quando un innocente è in prigione. Questo l’ho provato anch’io e sarò sempre presente, almeno spiritualmente quando si parla di libertà”. Ha detto stamani a Radio Popolare la senatrice a vita Liliana Segre che questa mattina era in aula al Senato per partecipare alla discussione e al voto.

“Ho fatto questo viaggio – ha raccontato – perché ci sono delle occasioni in cui uno deve vincere le forze che non sono sempre brillantissime”. “Ricordo – ha aggiunto – cosa sono i giorni passati dentro la cella, quando non si sa se preferire la porta chiusa o che si apra e qualcuno entri e ti faccia o ti dica qualcosa che ti possa far soffrire ancora di più”. Segre si è detta molto contenta di questa iniziativa :”sarò sempre presente almeno spiritualmente quando si parla di libertà”.

Più informazioni