Quantcast
Ricorrenza

Il 2 maggio è la Giornata Mondiale del Tonno: un alimento sempre più importante sulla nostre tavole

Consumato fresco o in scatola, è ricco di proteine nobili

Il 2 maggio si festeggia la Giornata Mondiale del Tonno. La ricorrenza è stata designata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per aumentare la consapevolezza nell’opinione pubblica sull’importanza che questo alimento ha nella nostra alimentazione. La Giornata Mondiale vuole anche sottolineare l’importanza di una pesca sostenibile.

Il tonno rappresenta un elemento fondamentale nella nostra dieta mediterranea. Consumato fresco o in scatola, il tonno è ricco di proteine nobili. Ma vi siete mai chiesti che differenza c’è tra quello fresco e in scatola? In realtà nessuna, infatti quello in scatola mantiene comunque inalterate tutte le caratteristiche nutrizionali, proprio grazie alle tecniche di conservazione a cui viene sottoposto al momento della pesca. E’ un alimento che non perde le sue qualità e può essere cucinato in tantissimi modi.

Cotto oppure fresco, il tonno non manca mai sulle nostre tavole, ma quando è entrato a far parte della nostra dieta?

I Fenici erano talmente esperti da aver costruito le prime tonnare, ed il tonno talmente importante da essere inciso con la propria effigie sulle loro monete. Nel corso dei secoli il tonno è stato spesso inserito nei migliori ricettari giunti fino a noi e valorizzato per la sua elevata capacità di conservazione. Per tutto il ‘700 si conservava sotto sale e si utilizzava cotto, per trovare la prima attestazione della conservazione del tonno sott’olio bisogna aspettare infatti l’800. Oggi non potremmo mai rinunciare alla scatoletta di tonno nella  nostra dispensa, un po’ come il sale e l’olio.

La maggiore caratteristica del tonno è proprio la sua grande versatilità in cucina: come antipasto, nelle insalate, in gustosi primi piatti o come secondo. Il tonno non sfigura ed è subito pronto all’uso anche per chi ha poco tempo. Le qualità di tonno che troviamo in scatola provengono dagli oceani tropicali e sono il Tonno Pinna Gialla e Skipjack. La pesca di quest’ultimo è quella più sostenibile, perché questa varietà di tonno raggiunge la maturità più rapidamente, risultando quindi più presente negli oceani.

L’Italia è il secondo produttore europeo dopo la Spagna, il tonno in scatola è l’alimento consumato dal 93% della popolazione italiana. Consigliato in ogni dieta è un alleato insostituibile per gli sportivi. Sono oltre 24mila le tonnellate di tonno in scatola italiano che vengono distribuite sul mercato sia europeo che extraeuropeo. Il consumo di tonno in scatola raggiunge le 153.251 tonnellate, pari a circa 2,5kg pro capite.

Nella Giornata Mondiale del Tonno una buona abitudine potrebbe essere quella di imparare a scegliere ciò che portiamo sulle nostre tavole. Quei produttori di tonno come Airone Seafood, che fanno della sostenibilità sociale ed ambientale la propria mission.