I ristoratori tornano in piazza con sedie e tavolini: "Faremo vedere perché non possiamo lavorare" - Genova 24
#protestaligure

I ristoratori tornano in piazza con sedie e tavolini: “Faremo vedere perché non possiamo lavorare”

Appuntamento alle 15 a De Ferrari, pronti a sfidare la pioggia: "Basta discriminazioni, vogliamo lavorare tutti"

protesta ristoratori piazza de ferrari

Genova. Le previsioni del tempo sono inclementi. Dicono che a Genova domani pioverà, e così probabilmente – anche se non ci si può fidare sul lungo termine – anche nel resto della settimana. “Ancora meglio, faremo vedere che in questo modo non possiamo lavorare“, dice Ivan Spagnolo, uno degli organizzatori della #protestaligure che domani vedrà in piazza De Ferrari ancora una volta ristoratori e altre categorie colpite in questi mesi dalle chiusure anti-Covid.

L’appuntamento è alle 15 e questa volta sono chiamati a raccolta anche amici e clienti. “Chiediamo ai colleghi ristoratori di portare un tavolo e due sediemise en place e vestirsi da cuochi, invece i ragazzi e le ragazze delle altre categorie fungeranno da clienti”, scrive Fabrizio Bogo sollecitando i manifestanti a partecipare. “Sono invitati anche amici e clienti stufi di non poter andare nei loro locali preferiti, o di non potersi recare a pranzo o a cena perché piove”.

Da dieci giorni ormai la loro tenda è piantata sotto il palazzo della Regione, dove fanno i turni per dormire la notte e mantenere un presidio che non si è mai interrotto. A sostenerli ci sono ristoratori come loro, che portano cibo e bevande, ma anche semplici passanti che manifestano il proprio sostegno.  “Non ce ne andremo finché non potremo aprire davvero”, avevano promesso.

leggi anche
ristoratori tenda protestaligure
Giorno e notte
Ristoratori in tenda h24 a De Ferrari: “Locali aperti anche al chiuso o non ce ne andiamo”

Nel mirino c’è il decreto del governo Draghi che permette di far sedere le persone solo all’aperto, escludendo così tutti coloro che non possono installare un dehors o anche solo mettere qualche tavolino all’esterno. Nel mirino anche il coprifuoco rimasto alle 22, che di fatto diminuisce drasticamente le possibilità di ospitare clienti a cena.

“Ora ci si mette anche la sfortuna. Se pioverà per tutta la settimana non sarà certo una vera riapertura“, prosegue Ivan Spagnolo. E in piazza De Ferrari, se il meteo sarà confermato, si potrà osservare la concretizzazione dei loro timori. “Vogliamo eliminare la disparità tra locali all’aperto e al chiuso, in modo che si possa lavorare in egual maniera senza avere l’incubo del meteo”, aggiunge Bogo avvertendo di “portare l’ombrello” per l’appuntamento delle 15.

Al momento non sono previsti cortei o altre manifestazioni di piazza, ma non si escludono nuove azioni dimostrative anche autonome da parte dei ristoratori.

leggi anche
dehors genova ristorante bar
Criticità
I ristoratori genovesi: “Il 26 aprile non sarà una vera riapertura, siamo all’esasperazione”
Zona gialla, pienone a Genova per l'ultimo pranzo in riva al mare
Approvato
Dehors ampliati anche sul mare, via libera dalla Regione: i ristoratori pagheranno meno
Generico aprile 2021
Ipotesi
Nuovo decreto Draghi, nella bozza il coprifuoco resta alle 22 ma dal 1 giugno ristoranti anche al chiuso
bar tavoli dehors
Riapertura
Zona gialla, anche a Genova torna la colazione al bar ma la ripartenza non è per tutti
Giovanni Toti
Commento
Riaperture e maltempo, Toti: “Ripartenza a metà per tanti bar e ristoranti”
Protesta ristoratori a De Ferrari 26 aprile
Assurdo
Ristoratori a De Ferrari con tavolini e ombrelli: “Impossibile lavorare solo all’aperto”