Quantcast
Grande schermo

Genova torna al cinema: 200 presenze in due sale tra lunedì e martedì, ecco i titoli in arrivo

Fiumara e The Space, le multisale per eccellenza, hanno deciso di non riaprire, mentre le sale del centro a poco a poco stanno riaccendendo la luce

Generica

Genova. Minari, vincitore del Golden Globe e candidato a 6 Oscar, conquistando quello come miglior attrice protagonista, Mank con Gary Oldman, che ha spopolato su Netflix e raccolto due statuette, da domani Nomadland, il vincitore dell’Academy con tre premi su sei nomination e la prossima settimana in arrivo Woody Allen con Rifkin’s Festival. Sono solo alcuni dei titoli proposti al cinema a Genova.

Fiumara e The Space, le multisale per eccellenza hanno deciso di non riaprire, mentre le sale del centro a poco a poco stanno riaccendendo la luce. Sono quelle del Circuito Cinema Genova: Ariston, City, Corallo, Odeon, Sivori e presto anche America.

Alessandro Giacobbe, il presidente, commenta con un pizzico di sarcasmo: “Chi è più interessato a vendere popcorn e bibite e non ai film ha deciso di rinviare la riapertura”. Eppure c’è voglia di cinema visto che lunedì e martedì, con solo Sivori e Odeon aperti, sono state 200 le presenze, nonostante l’orario anticipato per rispettare il coprifuoco e le limitazioni sulla capienza. L’orario delle 19-19.30 è stato apprezzato e Giacobbe non nasconde che possa essere un esperimento da mantenere anche in futuro.

“Il dato positivo è aver finalmente avuto una data certa per riaprire e speriamo in modo irreversibile, per ora riguarda solo chi è in zona gialla. L’Associazione di categoria ha proposto in zona arancione di ridurre ulteriormente la capienza sale per poter continuare a operare, ma per ora la richiesta non è stata accolta”. Il rovescio della medaglia è stato legato alla filiera con l’approvigionamento dei film che “non funziona come una qualsiasi materia prima – ricorda Giacobbe – c’è bisogno del lancio pubblicitario, di una promozione che richiede settimane di preparazione. In questo senso ci ha aiutato molto la notte degli Oscar”. Circuito Cinema Genova ha anche una casa di distribuzione cinematografica, AcademyTwo, che combinazione ha in carnet Minari e quindi è stato agevolato.

“Mano a mano che arriveranno i film riapriremo qualche locale in più, poi ci dedicheremo alle arene all’aperto. Calibriamo le energie”. La prossima settimana riaprirà anche il cinema America dopo la chiusura prolungata per l’abbandono della precedente gestione e la ristrutturazione.

“Abbiamo anche constatato che tutti quelli che sono venuti al cinema erano tranquilli dal punto di vista sanitario, anche perché abbiamo attuato procedure più stringenti: oltre all’obbligo di mascherina, del distanziamento e di tracciamento, abbiamo aggiunto la misurazione della temperatura, adottato lampade antibatteriche e filtranti negli impianti di condizionamento e la sanificazione tra uno spettacolo e l’altro”.

La capienza massima è al 50% dei posti disponibili, con distanziamento di due poltrone tra persone non conviventi. Nei giorni feriali non impatta, ma diventa stringente il sabato e la domenica. “Ci auguriamo di avere questo problema”, commenta Giacobbe.

Il Circuito Cinema Genova non si è comunque mai fermato: aveva attivato la possibilità di acquistare film online con la piattaforma “Io resto in sala“, che è servita anche per non interrompere il rapporto con le scuole, pur non in presenza. “Le scuole in presenza non possono ripartire perché agli istituti scolastici sono ancora vietate le attività extrascolastiche – sottolinea Giacobbe – con la problematica di spazi poterli portare in una sala cinematografica non dovrebbe essere visto come un problema. In occasione della Giornata della terra abbiamo organizzato la proiezione online del documentario “I am Greta” presentato da Luca Mercalli, a cui hanno assistito 1500 studenti collegati da tutta Italia.