Quantcast
Le testimonianze

Da “paradiso naturale” a “una specie di setta”, tanti conoscevano il centro Anidra ma a nessuno faceva paura

Fondato all'inizio degli anni 2000 dal milanese Vincenzo Paolo Bendinelli, ex insegnante, counselor olistico e maestro di arti marziali

Genova. “Un posto tranquillo, nella natura, con oche e pavoni e buon cibo biologico, di più non saprei dire“. Perché ci sono due tipologie di clienti che frequentano il centro Anidra, a Borzonasca, al centro dell’inchiesta dei carabinieri per omicidio, violenza sessuale e circonvenzione di incapace. Quelli che ne hanno fruito come un agriturismo qualsiasi, per una merenda con i figli, per un weekend regalato attraverso smartbox o per una cerimonia di nozze, e quelli che invece ci sono stati nell’ambito di un percorso spirituale.

La prima tipologia è sicuramente quella più numerosa. Marta B. è stata al Centro Anidra con la famiglia nel settembre 2019 in occasione dell’evento “fattorie aperte”. Per i bambini e le famiglie erano stati organizzati laboratori di cucina e una visita agli spazi dove si trovavano galline e altri animali. “Lo ricordo come un posto molto tranquillo, c’era una fonte poco distante dai bungalow ma noi siamo stati solo poche ore, non mi ricordo di avere incontrato il santone di cui tutti parlano“.

Il “santone” si chiama Vincenzo Paolo Bendinelli, milanese, è un ex insegnante di scuola, laureato in filosofia e maestro di “arti marziali energetiche”, taiji e qi gong. Massiccio, i lunghi capelli grigi raccolti in una coda, è stato tra i fondatori, nei primi anni 2000 del centro Anidra. Una visita in valle, la scoperta di “giuste vibrazioni” tra quelli che erano poco più che ruderi, e poi la costruzione, passo dopo passo, di un’attività a 360 gradi.

Anidra in sanscrito significa “Coscienza in continuo risveglio”. Agriturismo e fattoria biologica, spazio per organizzare eventi, matrimoni e feste private, corsi di joga e di musica, ma anche quella che viene chiamata “Università popolare Anidra” dove si impara, più che altro, a come evolversi spiritualmente. “Un percorso di vita basato sul piacere”, dice Bendinelli in uno dei tanti video che circolano su internet e in cui mette insieme fisica quantistica, teoria degli specchi, filosofie orientali e dietistica. Insomma, non manca nulla.

A Chiavari si parlava di quel posto come di una setta in stile americano o simile dice una trentenne, lontana conoscente della ragazza morta – ma non sembrava nulla di preoccupante, c’era questo personaggio a capo di tutto e sì, aveva l’aria da santone, ma non ho mai frequentato”.

Marco, genovese, è stato al centro Anidra come invitato a un matrimonio: “Non ho notato nulla di particolare, un posto un po’ da fricchettoni ma abbiamo mangiato bene, ci siamo rilassati, era una cerimonia piuttosto ristretta, altri invitati parlavano di energia positiva ma nessuno mi pareva un fanatico, insomma una location come tante altre”.

“Siamo sconvolti dalle notizie che dall’alba stanno circolando di casa in casa” ha detto il sindaco di Borzonasca, Giuseppino Maschio, all’Ansa – non abbiamo mai avuto problemi con i gestori del centro, venivano in comune per chiedere permessi e per presentare progetti ma non abbiamo mai saputo di attività illecite”.

“Conoscevo bene anche Roberta Repetto, la ragazza scomparsa, aveva una casa di proprietà a Temossi Poggio, una ragazza intelligente che da anni frequentava il centro, siamo dispiaciuti – conclude il sindaco – oltre che per la morte della giovane donna anche per non aver intuito quello che succedeva in quella collettività. Ci auguriamo che la vicenda venga chiarita e i responsabili puniti”..

Oggi il centro Anidra è regolarmente aperto, in attesa di conoscere gli sviluppi dell’inchiesta. Vi operano diversi collaboratori e volontari che, probabilmente, non hanno nulla a che fare con quanto accaduto. Il “santone”, prof. Vincenzo Paolo Bendinelli, è di stanza a Milano vive e lavora come counselor olistico e tiene corsi per adulti e bambini.

Insieme al dottor Paolo Oneda, dirigente di chirurgia generale presso l’ospedale di Manervio (Brescia) – ma con un diploma in agopuntura e discipline correlate e a sua volta collaboratore del centro Anidra – dovrà rispondere di gravissime accuse.

leggi anche
  • Questa mattina
    Donna morta dopo rimozione di un neo: arrestati per omicidio un medico e il ‘santone’ del centro Anidra
  • Le indagini
    Arrestato il santone del centro Anidra, la vittima è Roberta Repetto
  • Le carte
    Messaggi e mail raccontano la lunga agonia di Roberta, ma il santone si preoccupa solo della barca allagata: “E’ un disastro”
  • La seconda indagine
    Santone arrestato: il tantrismo, le ‘tariffe’ di soggiorno e quell’indagine per violenza sessuale