Quantcast
Dati

Coronavirus, la Liguria torna a respirare: “Il picco è stato raggiunto, stiamo scendendo”

Indice Rt a 1,19 ma l'incidenza settimanale è in netta discesa. Bassetti: "In malattie infettive 50% di posti liberi, non accadeva da settimane"

coronavirus ospedali mascherine operatori sanitari medici infermieri generica

Genova. Dopo due settimane di crescita continua il coronavirus inizia a mollare la presa in Liguria. L’indice Rt nell’ultimo monitoraggio riferito alla scorsa settimana è 1,19 (intervallo di confidenza 1,14-1,23), in decisa crescita rispetto alla settimana precedente. Ma contemporaneamente l’incidenza settimanale da venerdì scorso è scesa da 213,7 a 173 casi ogni 100mila abitanti. E la contrazione della curva comincia ad avere effetti tangibili.

“La diminuzione dell’incidenza inizia a farsi sentire sugli ospedali. Abbiamo avuto ancora un sussulto con un po’ di malati e un aumento discreto di posti in terapia intensiva – spiega Angelo Gratarola, responsabile del dipartimento ligure di emergenza-urgenza -. All’interno dei pronto soccorso la pressione è aumentata in senso buono, perché sono tornati i malati differenti dai casi Covid. Questo genera di solito un po’ di affollamento ma contiamo di riuscire a risolverlo”.

Anche nel Ponente i valori di incidenza settimanale sono tornati sotto la soglia critica: nel Savonese 208 casi ogni 100mila abitanti, nell’Imperiese 245 casi (erano rispettivamente 275 e 297 una settimana fa). Motivo che ha indotto il presidente Toti a far decadere la zona rossa lasciando tutta la Liguria in zona arancione da lunedì 12 aprile con riapertura delle scuole superiori al 50%, che potrà diventare 75% in seguito se continuerà il trend positivo.

“La sensazione – spiega Matteo Bassetti, primario di malattie infettive al policlinico San Martino di Genova – è come se si fosse chiuso rubinetto e contemporaneamente avessimo aperto il tappo della vasca. Negli ultimi 3 giorni abbiamo visto un’inversione della tendenza dei ricoveri. Anche il Ponente, che soffriva un po’ di più, da Pasquetta ha visto un alleggerimento dei ricoveri. Oggi abbiamo il 50% di posti liberi in malattie infettive, cosa che non avveniva da settimane. Il picco è stato raggiunto, ora stiamo rapidamente scendendo. Ci hanno aiutato molto gli anticorpi monoclonali”.

Nel monitoraggio Iss resta sopra la soglia critica il livello di occupazione Covid delle terapie intensive (al 35%, con soglia al 30%) mentre in area medica la percentuale è del 38% (soglia 40%). Per questo il report continua a segnare un livello di “rischio alto” per la Liguria. Ma a giudicare dalla situazione attuale, tra una settimana i dati dovrebbero migliorare.

Più informazioni
leggi anche
coronavirus
Bollettino
Coronavirus, 421 nuovi casi in Liguria: scendono i ricoverati ma ci sono 15 morti
Generica
La situazione
Contagi sotto controllo anche a ponente, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione
Coronavirus, partono le navette scolastiche per gli studenti
Speciali
Scuole superiori al 50% in presenza, da lunedì a Genova tornano i bus studenti di Amt
Nuovo blocco operatorio ospedale San Martino
Bollettino
Coronavirus, 410 nuovi casi su 4597 tamponi: sono 21 i decessi registrati