Coronavirus: in Liguria scendono ancora i ricoveri e le terapie intensive tornano sotto la soglia critica - Genova 24
Il bollettino

Coronavirus: in Liguria scendono ancora i ricoveri e le terapie intensive tornano sotto la soglia critica

I nuovi casi sono 266, ma ci sono 13 decessi registrati. Oltre 139 mila liguri hanno ricevuto la seconda dose di vaccino

TAMPONE COVID

Genova. Sono 266 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati dall’odierno bollettino Alisa/Regione per il ministero della Salute. Il dato è riferito a 4618 tamponi molecolari effettuati. Quindi il tasso di positività sul totale è dell’5,7%. Il numero dei tamponi antigenici registrati oggi è pari a 2794.

Dei nuovi casi positivi, 143 riguardano la provincia di Genova (116 in Asl 3 e 27 in Asl 4), 47 ad Imperia, 34 nel savonese e 38 nello spezzino. Due casi non sono riconducibili a residenti in Liguria.

I morti registrati dal bollettino di oggi sono 13: il paziente più giovane aveva 53 anni ed era ricoverato all’ospedale San Paolo di Savona.

I guariti sono 455, sia quelli con tampone che lo certifica sia coloro che hanno avuto gli ultimi sintomi oltre 21 giorni fa. Al momento in Liguria ci sono dunque 6300 casi “attivi” di Covid, di cui 3046 in provincia di Genova e 1258 in provincia di Savona.

Il totale degli ospedalizzati è di 654 pazienti, 12 meno di ieri. Le terapie intensive occupate sono 68, e tornano sotto la critica secondo il ministero della Salute, ovvero il 30% del totale.

I soggetti in isolamento domiciliare, ovvero in quarantena, asintomatici o con sintomi tali da non richiedere il ricovero, sono 5626, 191 in meno rispetto al bollettino ieri. Le persone in sorveglianza attiva in Liguria sono 6545.

Sul fronte delle vaccinazioni, nelle ultime 24 ore – riportano i dati di Alisa aggiornati alle 16 – sono state somministrate 8792 dosi di Pfizer e Moderna e 3536 di Astrazeneca-Vaxzevria. Ad aver ricevuto l’intero ciclo vaccinale (due dosi) sono 139061 cittadini in Liguria. La percentuale delle dosi somministrate sul totale di quelle consegnate è dell’93%.

Più informazioni