Quantcast
Pandemia

Chiavari, nel 2020 l’area sociale del Comune ha aiutato 2500 abitanti

Oggi il sindaco in visita nei locali Croce Rossa, tra le realtà che hanno fatto la loro parte

Chiavari. “Solo nel 2020 l’area sociale ha assistito oltre 2500 persone, tra cui molti nuclei familiari, con la distribuzione di generi alimentari e con indumenti e materiale scolastico”.

Lo scrive in una nota il sindaco di Chiavari Marco Di Capua che ha visitato questa mattina i locali dell’area sociale della Croce Rossa Comitato di Chiavari con la presidente Roberta Pennisi, il vicepresidente Andrea Lamanna e la delegata al sociale Marinella Ferraris.

“Sono diverse le iniziative messe in capo dal Comitato di Chiavari per fornire assistenza e risposte concrete ai bisogni dei più fragili, ancora più necessarie in questo periodo di emergenza sanitaria e sociale. Ringrazio il presidente Pennisi, il suo staff e tutta la rete di volontari per il costante impegno a favore della nostra comunità” continua Di Capua.

“presso il centro raccogliamo i viveri che acquistiamo con le nostre risorse e che riceviamo dalla Comunione Europea Fead, per poi distribuirli alle famiglie, ai senza fissa dimora o a coloro che a causa della crisi in corso non riescono ad arrivare a fine mese” spiega Roberta Pennisi, presidente della Croce Rossa Comitato di Chiavari.

Che sottolinea un aspetto: “A fronte della presentazione del proprio Isee, inseriamo le persone nel nostro database e le ricontattiamo per ritirare alimenti di prima necessità, abiti e giochi per bambini: a causa delle stringenti norme anticontagio si procede su appuntamento, una volta al mense, due per i nuclei più numerosi, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12”.

YXH-CH

Più informazioni