Quantcast
Mai più senza

Buon compleanno YouTube: nel 2005 il primo video che ha cambiato il mondo

Il 23 aprile di 16 anni fa i primi 18 secondi furono caricati sul quella sarebbe diventata la più grande piattaforma di video sharing della storia

Genova. I diciotto secondi allo zoo che hanno cambiato il mondo. Questa potrebbe essere la descrizione, 16 anni dopo, di “Me at the zoo“, il primo video caricato e pubblicato su YuoTube, che, il 23 aprile 2005 alle 20:27, inaugurò la piattaforma di video sharing più visitata, utilizzata, brandizzata della storia dell’uomo.

Una svolta epocale che ha travolto il mondo della comunicazione, dando la possibilità a tutti di condividere, world wide o quasi, video immagini, musica e contenuti multimediali, e che di fatto ha cambiato nel giro di pochi anni le abitudini di miliardi di persone, creando nuove professioni e nuovi mercati dalle dimensioni inimmaginabili. E affossandone altri, ça va sans dire.

YouTube oggi è il secondo sito più visitato al mondo, con due miliardi di utenti attivi al mese e circa un miliardo di ore di video visti al giorno. Sapere quanti video sono oggi presenti su questa grande piattaforma oramai di dimensioni planetarie è praticamente impossibile, visto che ogni minuto sono caricate circa 500 ore di video: per guardare tutto quello che viene uploadato in un giorno servirebbero circa 82 anni. Per dire.

La nascita del Tubo è stato quindi uno spartiacque tecnologico culturale incancellabile, e che ha saputo fronteggiare gli sviluppo del mondo che esso stesso ha contribuito a creare: dopo Facebook rimane il secondo social network più utilizzato, e sembra non invecchiare, visto che è quello con la fascia di età media più vasta comprendendo utenti dai 16 anni ai 45, mentre per il rivale blu la media è di circa 40 anni.

YouTube è forse anche uno specchio nel nostro mondo, in cui si intrecciano informazione, cultura, sapere, arte, interessi commerciali, drammi umani, fallimenti, grandi idee, cose profonde e cose sprofondate, voyeurismo,tutto e il suo contrario, bello e brutto, serio, patetico, utile e inutile. Forse fu quindi profetico che il primo video fu registrato proprio in uno zoo.