Quantcast
A1 femminile

Bogliasco, Giulia Millo: “Pronte per la volata finale”

Nella fase conclusiva il campionato accelera

Bogliasco. Uno scampolo di normalità. Al tramonto della stagione più anomala di sempre, la Serie A1 femminile ritrova un aspetto che tanto le è mancato nei mesi scorsi. Per la prima volta da quando il Coronavirus ha invaso la nostra quotidianità il massimo torneo nazionale tornerà in vasca ogni fine settimana.

Lo farà negli ultimi quattro turni di un campionato finora andato avanti a singhiozzo ed incapace di garantire alle squadre partecipanti più di una gara ogni due settimane. Ora, però, come detto si cambia, tornando all’antico. I prossimi quattro week-end saranno infatti del tutto diversi rispetto a quelli che li hanno preceduti e vedranno le squadre non dover più attendere 15 giorni tra una partita e l’altra. “Finalmente si torna alle vecchie abitudini – afferma sorridendo il capitano biancazzurro Giulia Millo – e questa per noi è certamente un’ottima notizia che accogliamo con tanto entusiasmo. Vero è che forse non siamo più abituate a giocare una gara dopo l’altra ma è ciò che tutte attendavamo. Anche perché gestire per così tanto tempo una settimana di pausa dopo ogni incontro è davvero molto impegnativo, soprattutto a livello mentale. E poi in questi mesi ci siamo allenate sempre e nell’ultimo periodo Mario Sinatra e il nostro preparatore Francesco Rizzo ci hanno fatto lavorare proprio in funzione di questa continuità di partite che ci attende. Insomma, siamo pronte!”.

La quaterna di impegni ravvicinati, che vedrà le bogliaschine impegnate in casa contro Trieste e poi affrontare due volte la Florentia, inizierà dopodomani alla piscina del Passetto di Ancona, contro un’avversaria che nella gara d’andata, malgrado una falsa partenza, ha saputo dare parecchio filo da torcere alle biancazzurre. “Eravamo partite molto bene, accumulando un vantaggio importante – ricorda Giulia – poi però nel terzo tempo ci siamo fatte prendere un po’ troppo dalla flemma e dalla sicurezza di aver già chiuso i conti e loro sono state brave a rifarsi sotto, anche se noi lo siamo state altrettanto nel mantenere comunque un gol di scarto e a vincere. Purtroppo sono cose che in una squadra molto giovane come la nostra possono accadere e che dobbiamo tenere a mente. Ora dobbiamo andare là per impostare il nostro gioco come abbiamo fatto qui a Bogliasco ma riuscendo a farlo per tutti e quattro i tempi”.

Trascinatrice indiscussa della sua squadra, Giulia si dimostra tale anche numeri alla mano. Le statistiche dei gol realizzati in questo campionato dicono che il primato di miglior marcatrice stagionale è una sfida a due con la compagna Rosa Rogondino. Un testa a testa a cui la diretta interessata non pare tuttavia badare più di tanto: “A me sinceramente le statistiche di chi fa gol interessano sempre molto poco. So che molti guardano i tabellini e giudicano le partite in base al numero di reti realizzate da questa o quell’altra giocatrice. Ma per me la pallanuoto è altro. Io, per esempio, do molta più importanza a chi i gol li fa fare, fornendo gli assist alle compagne. Comunque parlerò certamente con Rosa di questa statistica e vedremo se giocarci qualcosa. Magari un panino e una birretta…”.

leggi anche
  • Serie a1 femminile
    Bogliasco, rimonta ed errori: ad Ancona è solo pari