Beccato

Arenzano, il lockdown non ferma la droga: arrestato pusher che consegnava a domicilio

I carabinieri lo hanno perquisito e lo hanno trovato con un etto di cocaina pronta per essere venduta

Arenzano. Nella tarda serata di ieri i carabinieri di Arenzano hanno arrestato un italiano di 35 anni, nullafacente e pregiudicato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Da qualche tempo erano state raccolte diverse segnalazioni circa un’intensa e proficua attività di spaccio di cocaina di un arenzanese, S.D., già noto per fatti di droga, che negli ultimi mesi, approfittando anche delle misure limitative agli spostamenti per il lockdown, era riuscito ad allargare la rete di clienti della piazza di Arenzano attraverso consegne a domicilio.

I militari si sono messi subito a lavoro e a seguito di una serie di accertamenti, in pochi giorni, hanno trovato riscontro a quanto segnalato.
Ieri sera il sospetto è stato notato da una pattuglia mentre transitava nei pressi del casello autostradale di Arenzano alla guida della propria auto. Così è scattato il controllo.

A seguito di perquisizione l’uomo è stato trovato in possesso di 50 grammi di cocaina nascosta nelle mutande, e ulteriori 50 grammi della stessa sostanza custoditi nella sua abitazione di Arenzano, già suddivisi in dosi pronte per la consegna. Sempre in casa è stata rinvenuta della sostanza da taglio, bilancino e altro materiale per il confezionamento e la somma di 80 euro probabile provento dell’attività illecita.

Per S.D., che ha precedenti specifici, è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed è stato tradotto nel carcere di Marassi. Sono in corso gli accertamenti relativi ai destinatari della droga sequestrata che se immessa sul mercato avrebbe fruttato circa 6mila euro.

Più informazioni