Quantcast
Ambiente

Acquario di Genova e “I Tetragonauti” insieme per educare i ragazzi a non inquinare il mare

Parte la campagna "Back to Life, r-accogliamo e rigeneriamo"

Genova. Costa Edutainment con Acquario di Genova ha avviato una collaborazione con l’associazione I Tetragonauti Onlus per promuovere una campagna speciale – Back to Life, r-accogliamo e rigeneriamo – sul tema dell’inquinamento marino da plastica.

Strumento preferenziale di lavoro è l’imbarcazione a vela Lady Lauren, un ketch di 22 metri a due alberi, modello Scorpio 72, a bordo del quale si sperimentano differenti attività ed esperienze didattiche e formative e relazionali.

“La campagna Back to Life rientra nel progetto “A Scuola per Mare” – dichiara Gabriele Gaudenzi, presidente dell’associazione – rivolto ad adolescenti e giovani con difficoltà personali, sociali e scolastiche, anche inseriti nel circuito penale. Con questo progetto, finanziato dall’Impresa Sociale Con I Bambini, aiutiamo i ragazzi nel loro percorso di crescita e nell’acquisizione e nel consolidamento di competenze utili a un reinserimento in ambito sociale e in percorsi di formazione professionalizzanti”.

Costa Edutainment e Acquario di Genova sostengono la campagna, offrendo ai ragazzi dei momenti di formazione a bordo sulle tematiche di sostenibilità ambientale, economia circolare e biologia marina, in linea con la propria mission e la propria attività di sensibilizzazione e di divulgazione. Lo staff specializzato sarà a disposizione dei ragazzi – anche a distanza – per aiutarli nell’identificare le specie animali incontrate ed anche individuare e smaltire correttamente le diverse tipologie di rifiuti che si incontreranno durante la navigazione.

“Siamo molto felici di accompagnare i ragazzi in una giornata di navigazione insieme e di avere l’occasione di portare fuori, proprio a contatto con la natura, il nostro impegno sociale, oltre che ambientale – spiega Simona Bondanza, sustainability manager di Costa Edutainment – e di contribuire a far crescere in loro la consapevolezza di quanto sia fragile l’equilibrio dei nostri mari”.

La campagna Back to life, ideata e realizzata con la partecipazione di Yoge, agenzia specializzata in “comunicazione sensibile”, si propone di contribuire a liberare il mare dalla plastica e aiutare i ragazzi a veleggiare liberi verso il loro futuro.

E sono proprio loro, i ragazzi, parte integrante di un equipaggio capace di accogliere i compagni, gli adulti, le persone con disabilità. La navigazione per mare si traduce in un percorso di crescita, valorizzazione e scoperta di se stessi, degli altri, dell’ambiente.

Durante la navigazione ogni sforzo sarà teso a prevenire la produzione di rifiuti, riducendo in special modo il consumo di plastica: sarà completamente eliminato l’uso di plastica usa e getta; saranno adoperati detersivi in pastiglie non imballate una ad una; sarà consumata acqua in contenitori bio compostabili.

Oltre a limitare l’impatto ambientale, durante la navigazione i ragazzi saranno impegnati nell’avvistare, segnalare e recuperare i rifiuti plastici in mare. Grazie alla collaborazione con diversi enti del settore attivi sul territorio nazionale, i rifiuti raccolti saranno consegnati perché vengano riciclati.

Ai ragazzi convolti nei progetti de I Tetragonauti e agli studenti delle scuole dove l’associazione realizza i suoi interventi saranno rivolte attività di informazione e formazione con esperti, biologici, educatori.

Più informazioni
leggi anche
  • Ambiente
    Dalla plastica ai costumi da bagno, così una start-up di Bogliasco vuole ripulire il mare