Quantcast
#protestaligure

1 maggio, a Genova passeggiata contro il coprifuoco: “Riprendiamoci la nostra vita”

Da piazza De Ferrari al Porto antico con musica e artisti di strada: "Il virus esiste, ma non circola di più la sera"

Genova. Protesta anche a Genova contro la scelta del Governo di mantenere, almeno per ora, il coprifuoco alle 22. Manifestazioni analoghe si sono tenute nei giorni scorsi anche in altre città.

Ad organizzarla, convocando un concentramento alle 21.30 in piazza De Ferrari, il comitato #protestaligure che da una decina di giorni ha messo una tenda in piazza De Ferrari come segno di protesta per l’ultimo decreto del Governo sulla ripartenza e le riaperture di bar e ristoranti con servizio solo all’esterno.

L’idea è di fare “una passeggiata dalle 22 in poi, partendo da De Ferrari per arrivare al Porto antico attraverso San Lorenzo – spiega Ivan Spagnolo del comitato – coinvolgendo musicisti, artisti di strada e chiunque voglia partecipare”.

Per gli organizzatori “è arrivato il momento di riprenderci un po’ della nostra libertà perché abbiamo festeggiato da poco il 25 aprile ma tra ‘coprifuoco’, che tra l’altro è stato concepito in un’epoca di guerra e non di pace, chiusure e restrizioni varie, tutta questa libertà al momento non la vediamo”.

#Protestaligure ribadisce di non voler negare l’esistenza del virus: “Ne siamo ben consapevoli ovvio – dice Spagnolo – e per questo rispetteremo le norme in materia di distanziamento e uso della mascherina ma non posso dirci che il virus circola più di sera che di giorno e per questo il coprifuoco secondo noi non ha senso”.

leggi anche
  • Decisi
    De Ferrari, #protestaligure in tenda a oltranza: “Abbiamo fatto i turni, senza risposte non ci muoviamo”
  • Assurdo
    Ristoratori a De Ferrari con tavolini e ombrelli: “Impossibile lavorare solo all’aperto”
  • Corteo
    A De Ferrari il flash mob delle scuole di danza: “Fateci riaprire, è la nostra ragione di vita”