Vietato

Val Bisagno, magazzino abusivo di rifiuti pericolosi: 64enne denunciato

L'area è stata sequestrata, il responsabile è titolare di una ditta di installazione di apparati per la telecomunicazione

Genova. I carabinieri forestali di Genova Prato hanno denunciato un uomo, F.S., 64 anni, legale rappresentante di una ditta di installazione e manutenzione di apparati e centrali per le telecomunicazioni, per un deposito incontrollato di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi.

Stoccati tutti insieme, erano circa 40 metri cubi di materiale, proveniente dall’attività del 64enne in Val Bisagno. I rifiuti sono risultati composti principalmente da componenti elettrici, neon di illuminazione interni, barattoli di vernice, materiali misti da demolizione e imballaggi di vario genere.

La legge vieta la miscelazione di rifiuti diversi per agevolarne il recupero e favorirne il trattamento secondo le loro caratteristiche specifiche.

L’area, al fine di evitare che la condotta illecita potesse essere protratta nel tempo, è stata sottoposta a sequestro preventivo per il successivo ripristino dello stato dei luoghi e smaltimento presso siti autorizzati.

Più informazioni