Vaccino AstraZeneca, effetto psicosi: in Liguria uno su 10 ha disdetto la prenotazione - Genova 24
Prevedibile

Vaccino AstraZeneca, effetto psicosi: in Liguria uno su 10 ha disdetto la prenotazione

Il dato dei medici di famiglia: "Lunedì vedremo chi non si presenta". Ipotesi turni raddoppiati per recuperare il tempo perso

Generica

Genova. Una persona su su dieci in Liguria ha disdetto la prenotazione del vaccino anti-Covid dal proprio medico di famiglia dopo le indagini sui presunti legami tra la somministrazione delle dosi AstraZeneca e alcuni decessi per trombosi e trombolisi, indagini che hanno portato l’Aifa a sospendere il farmaco in via precauzionale fino al pronunciamento di ieri da parte dell’Ema che ha eliminato quasi tutti i dubbi.

A fornire il dato è Andrea Stimamiglio, segretario ligure della federazione dei medici di medicina generale: “Chi ha disdetto la prenotazione pensando che AstraZeneca fosse il diavolo corrisponde a circa il 10% di quelli che erano già in lista. C’erano persone che avevano fissato un appuntamento anche nei prossimi mesi, fino a giugno. Complessivamente un appuntamento su dieci è stato cancellato”.

Poche persone invece hanno cambiato idea tra le categorie che procedono in autonomia con le vaccinazioni, come forze dell’ordine e universitari. A Genova, visto che le somministrazioni sono programmate solo al mattino, la Questura riprenderà lunedì con 50 dosi al giorno a Sturla e circa altrettante a Bolzaneto, senza particolari variazioni rispetto a quanto programmato: dopo qualche dubbio negli scorsi giorni, il via libera dell’Ema ha ristabilito la fiducia.

Il problema, insomma, riguarda soprattutto le liste dei medici di famiglia. “Può anche darsi che qualcuno, pur non avendo disdetto l’appuntamento, decida di non presentarsi – ricorda Stimamiglio -. Purtroppo lo capiremo solo lunedì, quando riprenderemo le somministrazioni nei distretti”.

D’altra parte è anche grazie all’elevato numero di disdette che i vaccini saltati questa settimana (circa 11mila sul canale dei medici di base) potranno essere recuperati in breve tempo. “Ne stiamo parlando in queste ore con Alisa – prosegue Stimamiglio -. La Asl dovrebbe richiamare tutti i prenotati, noi siamo disposti a infilarli nei buchi che sono venuti a crearsi nelle agende, ma questa strategia è ancora da confermare”. La volontà della Regione, espressa ieri dal presidente Giovanni Toti, è quella di recuperarli tutti entro due settimane a partire dal 22 marzo.

Un altro modo per accelerare potrebbe essere aumentare la potenza di fuoco dei medici di famiglia nei 23 hub regionali messi a disposizione dalle Asl per le vaccinazioni. “Noi siamo disponibili a raddoppiare lo sforzo – conclude Stimamiglio -. Abbiamo chiesto di schierare 8 medici per turno anziché 4, ma aspettiamo la risposta della Asl. In tutto abbiamo mille professionisti abilitati a vaccinare. È chiaro, però, che questo vorrebbe dire sottrarre tempo ai nostri assistiti in studio”.

Da lunedì i medici di famiglia torneranno anche a prendere le prenotazioni, oltre che a vaccinare. E quindi chi avrà ulteriormente cambiato idea dopo le rassicurazioni dell’Ema e dell’Aifa potrà chiamare per farsi mettere di nuovo in lista, anche se la priorità verrà riservata agli appuntamenti cancellati a causa della sospensione improvvisa.

leggi anche
Generica
Ricapitoliamo
Vaccino AstraZeneca, ecco chi potrà riceverlo in Liguria già dalle 15 di oggi
toti draghi
Sponsor
AstraZeneca, scatta l’operazione fiducia per le vaccinazioni. Toti: “Draghi dia l’esempio”
Covid, nel savonese al via le vaccinazioni con i medici di base
Info utili
Vaccino Covid, da lunedì 22 marzo possono prenotare i 75-79enni: ecco come funziona
Generica
Messaggio
Toti: “Quando sarà il mio turno mi vaccinerò con AstraZeneca, mi fido della scienza”
Generica
Via libera
Ok al vaccino AstraZeneca, in Liguria si riparte lunedì: “Recuperiamo in due settimane”
Generica
La conclusione
AstraZeneca, l’Ema dà il via libera: “Il vaccino è efficace e sicuro, servono altri studi sui casi più rari”
Generica
Progetto pilota
Vaccino anti Covid in farmacia, Liguria prima regione in Italia: ecco come funzionerà