L'idea e i fatti

Turismo, siglato accordo per il Distretto del Benessere tra Liguria e Piemonte: “Sette milioni di turisti”

Un progetto di promozione turistica e commerciale

Genova. “Consorzi turistici e ATL alleati con oltre 50 agenzie di viaggio e tour operator del Piemonte, è questa la forza dell’accordo appena siglato dal Consorzio Sistema Monferrato, dal Consorzio Incoming Experience, da Alexala e le agenzie di viaggio del coordinamento ADIVA. Entro fine marzo saranno commercializzati 10 nuovi prodotti turistici, realizzati da StileDivino Italy per il Piemonte e da Dafne per la Liguria. Ogni pacchetto turistico vede abbinati pernottamenti ed escursioni tra le due regioni, tanto outdoor e laboratori esperienziali per accogliere quel turismo di prossimità che anche quest’anno rappresenterà oltre i due terzi del totale – così Andrea Cerrato Presidente di Sistema Monferrato e della Federazione dei Consorzi Turistici del Piemonte – Questa e le future collaborazioni e accordi commerciali, anche a carattere nazionale, ci permetteranno di commercializzare un prodotto integrato tra montagna, città, collina e mare in grado di soddisfare le esigenze di un turista sempre più attento”.

2Questo il progetto per promuovere il prodotto turistico dei territori tra Piemonte e Liguira, presentato Ezio Fracei Presidente del Consorzio Incoming Experience: un progetto che parte da lontano, un primo accordo di programma siglato nel 2019 tra Alexala – ATL di Alessandria e del Monferrato, Sistema Monferrato, Gal Risorsa Lomellina e dall’Ecomuseo della Lomellina che ha poi visto l’adesione dell’Associazione Albergatori della Provincia di Savona, della Città di Alassio e Toirano e in ultimo di CulTurMedia Legacoop Liguria.

Un percorso impegnativo iniziato con la definizione della rete istituzionale e poi di quella commerciale, un’importante attività di comunicazione e promozione social fino alla realizzazione del prodotto turistico da vendere, nel rispetto dei dpcm attuali e futuri.

Una strategia precisa che permetterà al viaggiatore di scoprire mete insolite delle due regioni nel totale rispetto dei parametri di sicurezza e distanziamento. I viaggi e tour proposti seguono i trend più ricercati del momento, dal bio all’Unesco e dall’outdoor al cibo. E’ stato fatto un intenso lavoro di selezione di prodotti nuovi o ancora poco conosciuti come la “Cerca dell’Oro” nell’Ovadese, il tour delle BigBench “tra Monferrato e Langhe”, percorsi tematici su Torino, escursioni per famiglie o adrenaliniche come il “Volo sui Castelli sulle tracce di Aleramo e Adelasia”; si andrà alla scoperta del Parco del Beigua, ma anche a fare attività didattica nelle cooperative liguri dell’Entroterra. Bike in città, ma anche Quad tra i vigneti, Kajak al mare o nei fiumi, laboratori per gourmet a base di tartufo bianco in abbinamento con vini dei vitigni eroici di Piemonte e Liguria. La lavanda? Un tour di profumi e colori tra Monferrato Autentico e il Col di Nava.

“Siamo entusiasti di partecipare a questo nuovo progetto – spiega il direttivo di Adiva Piemonte (Associazione Agenti di Viaggio Associati) – In un periodo davvero difficile e ricco di incognite anche le agenzie di viaggio devo sapersi rinnovare. Se fino a gennaio 2020 l’outgoing rappresentava il 90% del nostro business ora l’Incoming è diventato un obbligo. Più lavoriamo a stretto contatto con gli operatori e i sistemi turistici del territorio ci rendiamo conto del grande lavoro già fatto e delle incredibili potenzialità che il Piemonte e la Liguria hanno. Il progetto ViA(E) se dapprima era per noi un’alternativa in un momento di crisi oggi diventa un progetto di crescita personale e professionale”.

Il progetto ViA(E) ha l’obiettivo di stimolare una nuova attenzione nel mercato turistico italiano andando a lavorare e proporre quei territori non ancora contaminati dai grandi flussi turistici e che oggi sono visti come luoghi dove trascorrere giornate di grande relax, al max a 150 km da casa. Molta attenzione è stata data ai luoghi dell’accoglienza, case sull’albero, agriturismi del circuito Piemonte Bike, b&b in dimore storiche e castelli, ma anche guide turistiche e accompagnatori naturalistici certificati. “Andiamo a presentare un’offerta turistica per il mercato italiano nel 2021 che diventerà internazionale a partire da settembre – conclude Cerrato – Oggi il nostro mercato di riferimento è il vecchio triangolo industriale Torino – Milano – Genova, che allargato a Ticino e Costa Azzurra diventa un nuovo distretto del benessere con oltre 7 milioni di potenziali turisti facilmente raggiungibile con la comunicazione social”.

Nelle prossime settimane la partnership sarà estesa alle agenzie di viaggio e tour operator di Liguria e Lombardia; tra gli strumenti di comunicazione utilizzati oltre ai canali social anche il podcast, già attivo su spotify il canale “ViA(E) il podcast per viaggiare” attraverso il quale saranno narrate le “storie di bellezza” di Piemonte e Liguria.

I numeri dell’accordo
2 consorzi turistici
1 atl
230 imprese della filiera turistica
52 agenzie di viaggio/tour operator
1 piattaforma di comunicazione
1 distretto del turismo (Torino + Milano + Ticino + Genova + Costa Azzurra)
7 milioni potenziali turisti

Più informazioni