23^ giornata

Serie D: giornata negativa per le genovesirisultati

Il Sestri Levante spreca un doppio vantaggio, mentre la Lavagnese fatica ancora a trovare il feeling con il gol

Turno amaro il 23° per le genovesi impegnate in Serie D che devono ingoiare l’amaro boccone della sconfitta. Si illudono i Corsari contro una delle pretendenti alla promozione, il Pont Donnaz Hone Arnad che partono forte, colpiscono una traversa con Selvatico e poi trovano il momentaneo vantaggio grazie a capitan Pane che insacca al quarto d’ora sugli sviluppi di un corner. 

Al 30° i valdostani pareggiano con Varvelli, ma al 38° tornano avanti i locali con un calcio di punizione di Selvatico che finalmente può esultare. I rossoblù rientrano nella ripresa con un gol di vantaggio, ma la compagine alpina dimostra come mai si trova nelle prime prime posizioni (con gli stessi punti dei Corsari alla vigilia, ma con una gara in meno) e trovano il nuovo pari ancora con Varvelli al 73°. Il Sestri trema, ma sembra reggere l’urto degli ospiti in cerca del gol partita. Solo all’88° arriva la stoccata di Lauria che di testa supera tutti e insacca il decisivo e beffardo gol del 2-3.

Giornata da dimenticare anche per la Lavagnese che con il Legnano scende in campo senza Oneto e Rossini, fuori per squalifica e con Boschini ancora ai box. Anche i bianconeri passano per primi in vantaggio e lo fanno con una punizione di Mobilio che viene deviata dalla barriera mandando fuori causa Russo. Lombardi che pervengono al pari al 35° con una dinamica simile alla rete tigullina.

Punizione di Di Lernia che viene allungata da Cocuzza, una deviazione che inganna Bova il quale può solo raccogliere la sfera in fondo al sacco. Nel secondo tempo la Lavagnese si confronta a viso aperto con i lilla e le due squadre restano su ritmi comunque accettabili. Rovigo ci prova con un tiro teso e radente, ma Russo para. Poi ci prova Bacigalupo che punta sulla potenza, ancora una volta fa buona guardia l’estremo difensore lilla. 

La gara prende una direzione nel finale: all’84° proprio Bacigalupo commette fallo al limite. Punizione che il Legnano sfrutta alla perfezione con Di Lernia il quale pennella e questa volta senza deviazioni la squadra locale esulta per il gol. La gara si chiude definitivamente nel recupero con una Lavagnese esposta in cerca del pari e con un Gasparri che ha buon gioco a scappare in contropiede ed al 94° fissare l’1-3 definitivo.