Pallanuoto

Serie A2: lo Sturla cede il passo al Bogliasco

La partita vista in ottica sturlina

Genova. La sfida tra Bogliasco e Sturla si chiude con una vittoria per i colori biancazzurri con il punteggio di 9-5. Il risultato non è mai stato in discussione, il Bogliasco ha sfruttato più dello Sturla il vantaggio dell’uomo in più e in difesa ha concesso davvero poco spazio di azione.

Il primo tempo termina con un parziale di 2-0. Per lo Sturla si segnalano solo un tiro da fuori di Cappelli, smorzato nella traiettoria dalle braccia alzate dei difensori, ed un tiro di Lorenzo Navone deviato dal portiere. Il Bogliasco va a segno con una palombella di Manzi che sorprende Dufour ed un minuto dopo segna ancora con Percoco con il vantaggio di uomo in più.

Il secondo tempo si apre con un tiro alto di Boero per la formazione locale, attaccante lasciato colpevolmente solo dalla difesa biancoverde. Cotella ha l’occasione di segnare il primo gol per la formazione sturlina liberandosi abilmente da un stretta marcatura; con un pallonetto scavalca il portiere avversario ma la forza del tiro è debole e la palla si ferma in prossimità della linea di porta, consentendo al portiere del Bogliasco di recuperarla.

E’ ancora il Bogliasco invece che trova il goal dalla destra con Giovanni Congiu grazie a un forte tiro sopra la testa di Dufour. Tiro imparabile che porta la squadra avversaria sul 3-0. Sempre il Bogliasco, con Guidaldi, su azione di uomo in più, segna la rete del 4-0. Soltanto al sesto minuto lo Sturla riesce a segnare con una magia di Sadovyy, che da esperto centroboa rende invisibile la palla a tutti per farla poi ricomparire dentro la porta avversaria. Sadovyy prova ancora ad insidiare la porta biancoblù ma questa volta è bravo il portiere Prian a deviare il bellissimo tiro del giocatore di origine ucraina. C’è ancora tempo per una parata di Prian sul bel tiro di Luca Fondelli e la seconda frazione di gioco si chiude con un parziale di 2-1.

Il terzo tempo inizia con una superiorità per la squadra ospite che però non riesce a concretizzare il vantaggio: dopo un efficace giro palla che libera Simone Villa per il tiro, Prian non si lascia sorprendere e neutralizza l’insidiosa conclusione. Il Bogliasco invece torna a segnare sfruttando l’uomo in più con Guidaldi, portandosi sul 5-1.

Il Bogliasco è abile a sfruttare ancora una delle due superiorità a suo favore con Boero che, lasciato troppo libero, insacca con bel tiro alle spalle di Dufour. Si registra poi un bel tiro di Matteo Rivarola parato dal portiere del Bogliasco e il tiro di Cotella, terminato a lato della porta avversaria. Un’ingenua espulsione in attacco per Sasha Sadovyy farà ripartire l’azione del Bogliasco che sfrutta l’occasione dell’uomo in più segnando con Puccio la rete del 7 -1. Solo sul fischio finale del terzo tempo arriva il goal dello Sturla, in superiorità, con Simone Villa per il 7-2.

Nonostante la stanchezza evidente di entrambe le formazioni, la tensione della gara rimane alta e la voglia di bloccare Congiu prima che si liberi per il tiro fa commettere un fallo da rigore a Luca Fondelli. Penalty trasformato dal Bogliasco con il mancino Manzi per l’8-2. Per lo Sturla accorcia ancora Sasha Sadovyy che, nonostante la stretta marcatura, riesce a girare la palla in rete: 8-3. Al quinto minuto Guidaldi, lasciato troppo libero, segna la rete del 9-3 a favore del Bogliasco. Lo Sturla non molla, il destino della partita ormai è già scritto, ma non lo è il risultato. Infatti Giorgio Cotella segna al sesto minuto su rigore e dopo poco meno di un minuto segna il suo secondo goal personale e chiude le marcature della partita. Risultato finale: Bogliasco 1951 – Sportiva Sturla 9-5.

Queste le parole del mister Piero Ivaldi a fine gara: “Partita dai due volti: nella prima parte abbiamo avuto molte difficoltà in attacco, negli ultimi due tempi, terminati 5-4 una maggiore consistenza. Manca ancora un po’ di cattiveria agonistica, colmata questa lacuna ci siamo!”.

Continua il cammino del Bogliasco, che incrementa ancora di 3 punti la sua classifica, sempre ad un punto dalla capolista Camogli. Per lo Sturla la partita di ieri fa segnare un passo indietro rispetto a quanto si era visto di buono nelle due gare precedenti. Il Bogliasco si è difeso con ordine, pressando i nostri giocatori lontano dalla propria porta e concedendo allo Sturla davvero poche occasioni. Probabilmente i biancoverdi potevano fare di più. Adesso ci sono due settimane prima dell’importante sfida con l’Arenzano. Match delicato che lo Sturla deve provare a vincere.

leggi anche
  • Pallanuoto
    Serie A2, Bogliasco spazza via Covid e Sturla
  • Pallanuoto
    Serie A2: Crocera Stadium, Camogli e Bogliasco, giornata da tre punti