Solidarietà

Sciopero portuali, Fratoianni (Sinistra Italiana): “Da Confindustria parole spregievoli”

"Il lavoro è un diritto, non un privilegio"

Genova. “Secondo Confindustria ‘I lavoratori portuali ricordino che oggi il lavoro è un privilegio.’ Parole spregevoli in lettera Confindustria. Portuali chiedono solo rispetto dei contratti e degli aumenti salariali previsti. I privilegiati sono quelli che si arricchiscono con il lavoro degli altri. I lavoratori ricordino che oggi il lavoro è un privilegio». Queste le spregevoli parole della locale Confindustria in una lettera ai lavoratori portuali di Genova in sciopero. Cosa chiederanno mai per essere trattati così? Chiedono solo il rispetto dei contratti e degli aumenti salariali previsti. Fine, solo questo. ”

Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni: “In queste poche parole – prosegue il leader di SI – vi è tutta l’arroganza di una classe imprenditoriale che pensa di essere padrona del Paese e se ne infischia dei diritti. I camalli non si sono mai fermati, nemmeno durante la pandemia. Gli vengono stracciati gli accordi e devono anche sentirsi dei privilegiati”

“Qui gli unici privilegiati sono quelli che si arricchiscono sui sacrifici degli altri. Tutta la nostra solidarietà e il nostro sostegno – conclude Fratoianni – ai lavoratori in sciopero. Non mollate. Il lavoro è un diritto, non un privilegio.”