Quantcast
Città sostenibili

“Ricuciamo la Valpolcevera”, domenica prova del tracciato in bici tra Righi e Cornigliano

Collaborazione tra Legambiente e Fiab, lunedì la consegna della "pagella" al Comune nell'ambito del progetto Clean Cities

Genova. Dopo Padova, Milano e Torino arriva a Genova Clean Cities, la nuova campagna di Legambiente che intende accendere i riflettori sul ruolo che le città italiane possono giocare per una ripartenza più ecologica e sostenibile.

Un viaggio in 14 capoluoghi italiani per promuovere con forza una nuova mobilità urbana: più elettrica, più sicura e più condivisa, cercando di spingere i processi politici locali verso misure di mobilità sostenibile e rendendo permanenti quelle eventualmente adottate in fase di emergenza.

L’iniziativa di domenica 14 marzo “Ricuciamo la Val Polcevera” vuole riportare al centro del dibattito la necessità di puntare sulla mobilità dolce e come sia necessario continuare a incentivare l’utilizzo della bicicletta in città anche a fini turistici. I volontari FIAB e Legambiente arriveranno in Valpolcevera partendo dal Righi attraversando il primo entroterra con l’obiettivo di studiare come mettere in sicurezza il tracciato per poi presentare il progetto all’Amministrazione Comunale.

«La bicicletta è il mezzo ideale per favorire questa azione di conoscenza e ricucitura della bassa val Polcevera – spiega Romolo Solari, Presidente Circolo Amici della Bicicletta – ora si sta aprendo una nuova stagione, durante la quale ci auguriamo si potrà procedere ad una rivalorizzazione dell’intero territorio”.

Questo il link al percorso “Ricuciamo la Valpolcevera“. Circa 25 chilometri tra il Righi, raggiungibile in funicolare, il parco delle Mura, Fregoso, Begato, Geminiano, Trasta, Borzoli e Cornigliano.

«Lunedì 15 marzo alle 12.00 consegneremo virtualmente all’assessore alla mobilità Matteo Campora la “Pagella della Città”, una sintesi delle performance locali sui principali indicatori urbani relativi a ciclabilità, mobilità elettrica, sicurezza e inquinamento atmosferico – spiega Santo Grammatico, Presidente Legambiente Liguria – e sarà anche l’occasione per fare il punto con l’amministrazione locale sui programmi d’investimento del Recovery Fund in ambito urbano, perché Genova non può “ripartire” solo dal Ponte San Giorgio: deve incentivare anche la mobilità sostenibile».

La conferenza stampa si svolgerà sulla pagina Facebook e You Tube di Legambiente Liguria e interverranno Santo Grammatico, Presidente Legambiente Liguria, Romolo Solari, Presidente Circolo Amici della Bicicletta e Alessandra Bonfanti, Responsabile mobilità attiva Legambiente e l’Assessore alla mobilità Matteo Campora che riceverà “la pagella della Citta”.

leggi anche
  • Report
    Legambiente, la pagella di Clean Cities: “Genova tra le più pericolose per traffico e inquinamento”