Quantcast
Sostegno

Povertà, a Genova nuove risorse per la mensa di Santa Sabina e per il Food Hub Caritas

Grazie all'accordo tra Caritas e Intesa San Paolo

Genova. Nell’ambito dell’accordo “Aiutare chi aiuta: un sostegno alle nuove fragilità” tra Intesa Sanpaolo e Caritas Italiana, sono stati selezionati 22 progetti in tutta Italia a sostegno di alcune Diocesi che svolgono un’importante azione di contenimento dei bisogni sociali nei territori, soprattutto nell’attuale contesto.

Con questo intervento, che riserva risorse per 1,5 milioni di euro, i progetti scelti riceveranno contributi utili a dare sollievo a persone e famiglie in difficoltà. Tre i filoni di intervento individuati come prioritari in base alla mappatura delle fragilità e dei bisogni dei territori effettuata periodicamente da Caritas Italiana: beni e aiuti materiali per gli indigenti, casa e accoglienza, lavoro.

I progetti saranno realizzati in 13 regioni e, nella selezione, sono state privilegiate 23 località di provincia, molte nel Mezzogiorno, con maggiore necessità di risorse a supporto di interventi sociali. I beneficiari delle iniziative saranno circa 10 mila persone.

In Liguria è stato selezionato un progetto proposto dalla Diocesi di Genova di potenziamento delle iniziative di sostegno alla povertà alimentare, bisogno aggravato dall’emergenza Covid-19 con un aumento del 40% delle persone che hanno chiesto aiuto ai centri di distribuzione alimentare o accedendo per la prima volta alle mense Caritas.

In particolare sono stati aumentati i giorni di apertura della mensa di Santa Sabina (da tre a cinque giorni) che forniscono, in ragione delle norme sanitarie vigenti, un servizio di distribuzione di sacchetti da asporto. L’obiettivo è quello, grazie anche a questa contribuzione, di preparare e distribuire in media dai 170mila ai 200mila pasti per tutto il 2021.

Viene inoltre stabilizzato fino a fine emergenza sanitaria il “Food Hub Caritas” nei locali di Casa della Giovane che, seguendo l’evoluzione della crisi pandemica, ha già distribuito 1.127 supporti alimentari raggiungendo 4.321 persone e opera anche fornendo supporto alimentare altri centri di distribuzione dislocati in città.

L’iniziativa si inserisce nell’ampio programma di Intesa Sanpaolo a sostegno delle persone e famiglie in difficoltà, acuite dall’emergenza sanitaria ed economica e mira ad offrire tempestivo sollievo a famiglie attraverso mense sociali, assistenza domiciliare, inclusione lavorativa, tirocini, borse di studio e lavoro, soluzioni abitative.