Simbolo

Ponte Morandi, riapre la Radura della memoria, Bucci: “Il 14 agosto la prima pietra del memoriale” fotogallery

Nella piazza degli alberi anche un infopoint per progettare insieme alla cittadinanza il futuro quartiere e un calendario di eventi pronto a partire, Covid permettendo

Genova. E’ stato scelto l’8 marzo – e il ricordo va alle donne che hanno perso la vita nel crollo di ponte Morandi – per riaprire al pubblico, con un nuovo allestimento e un infopoint la “radura della memoria” in via Fillak, un cerchio di legno costellato da alberi, sotto i piloni del nuovo viadotto.

Alla cerimonia di (ri)apertura le istituzioni – il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il sindaco Marco Bucci, l’assessore comunale all’Urbanistica Simonetta Cenci e quella alla Cultura della Regione Ilaria Cavo, i presidenti di municipio Valpolcevera e Centro Ovest Federico Romeo e Michele Colnaghi – una rappresentanza di familiari delle vittime e poi i responsabili dell’associazione che gestirà l’infopoint e gli sponsor (Msc ed Erg) che lo hanno reso possibile.

Una piazza temporanea, in attesa che sia completata la trasformazione del quartiere e che diventerà – Covid permettendo – un palcoscenico per eventi, spettacoli, incontri con un calendario che è già stato in parte definito e si spinge almeno fino alla fine dell’anno.

“Oggi presentiamo un punto di arrivo, ma non quello definitivo – ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci – quest’area vedrà ancora molti cambiamenti, si estenderà con un’area verde verso il parco ferroviario del Campasso, e poi verso via Porro, dove gli immobili degli sfollati, non abbattuti, diventeranno case per studenti”.

Ma non è finita, anzi. Come noto tutto il “sottoponte” diverrà un vero e proprio nuovo quartiere tra giardini, spazi per le start up, luoghi per lo sport, uniti dall’ormai celebre cerchio rosso d’acciaio dell’architetto Stefano Boeri oltre al memoriale vero e proprio del disastro del 14 agosto 2018.

La posa della prima pietra del memoriale – ha detto Bucci – avverrà il prossimo 14 agosto, in occasione della terza commemorazione delle 43 vittime del disastro. Abbiamo avuto qualche imprevisto e la struttura dovrà essere parzialmente riprogettata perché è emerso che al di sotto del capannone dove oggi si trovano i reperti della procura e che sarà sostituito dal memoriale esiste una roggia che renderebbe l’area a rischio esondazione, ma risolveremo questo problema”.

leggi anche
  • Finalmente
    A marzo riapre la Radura della Memoria, nuova pavimentazione e un point a presidio della piazza
  • Peccato
    Aperta il 14 agosto, la radura dei 43 alberi sotto il nuovo ponte è già transennata
  • Battaglia
    Possetti: “Aspi fuori dalla gestione delle autostrade, no a un velo di polvere su quanto accaduto”
  • Cartellone
    Teatro, cinema, letture e laboratori per ragazzi: il fitto programma di eventi per rendere viva la Radura della memoria
  • Progetto
    Parco del Polcevera, l’area per le aziende innovative prenderà forma dal 2022
  • Creatività
    Un’opera d’arte degli studenti della Ligustica per il memoriale delle vittime del Morandi