Quantcast
19 marzo

Per la festa del papà gli studenti del Firpo Buonarroti incontrano Agnese, la figlia di Aldo Moro

Assemblea in diretta streaming, a causa della chiusura delle scuole superiori

firpo buonarroti

Genova. Il 19 marzo è la festa del papà e l’istituto tecnico Firpo-Buonarroti di Genova avrà l’onore di ospitare Agnese Moro, la figlia di Aldo Moro, statista di grande spessore ma anche padre esemplare. L’appuntamento sarà per forza di cose in streaming a partire dalle 10.

Gli studenti, le famiglie e i docenti dell’IISS Firpo-Buonarroti avranno la possibilità di ritrovare, attraverso il racconto della figlia Agnese, non soltanto il personaggio pubblico ma anche il padre Aldo Moro e la vita vissuta nella pienezza degli affetti familiari.

Aldo Moro – insieme con il comitato dei Settantacinque, che aveva il compito di elaborare il progetto della nostra Costituzione – ha contribuito a tradurre le speranze della gente comune, come ha sostenuto la stessa Agnese in un incontro avvenuto al Liceo Scientifico Fermi di Genova nel 2018, «in un linguaggio istituzionale, politico, giuridico, che parla di libertà, di pace, di liberazione, del valore umano delle persone, della giustizia, scegliendo una strada che è quella della democrazia, che non è quella della violenza».

Un uomo così…, come la figlia lo definisce fin dal titolo del suo testo, che stava «“nei Palazzi”, senza essere un uomo “di Palazzo”» (Agnese Moro, Un uomo così. Ricordando mio padre, BUR Rizzoli, Milano 2011, p. 130). Si deve ad Aldo Moro, ministro dell’Istruzione, la prima legge sull’educazione civica (DPR N. 585 del 13 giugno 1958), di cui si è finalmente compresa l’importanza fondante di qualsiasi apprendimento. Oggi, infatti, grazie alla L. 92/19, l’educazione civica arricchisce trasversalmente il curricolo delle scuole italiane. Eppure, è rimasta impressa nella memoria di ogni italiano la drammatica scena di Via Caetani, di quel 9 maggio 1978, e la sensazione che Aldo Moro sia stato abbandonato dallo Stato di allora.

L’incontro con Agnese Moro permetterà di ritrovare lo statista e di avvicinarci al padre, di presentarlo ai giovani studenti, di soffermarci nuovamente sugli interrogativi che dopo quasi quarantatré anni dalla scomparsa ancora ci poniamo.

Ma l’incontro consentirà anche di conoscere Agnese Moro che è riuscita a dire basta al dolore della perdita intraprendendo un percorso di liberazione che l’ha condotta alla riconciliazione con gli ex terroristi pentiti.

Seguirà un dibattito con gli studenti. A conclusione dell’incontro un gruppo di studenti intervisterà Agnese Moro per il Giornalino della scuola.

Più informazioni