Tema caldo

Nuovo forno crematorio a Staglieno, Villa (Pd) chiede commissione comunale urgente

I cittadini del territorio – commenta - si sono giustamente allarmati di fronte a quella che sembra una tempesta perfetta

Genova. Una Commissione consiliare urgente alla presenza dei rappresentanti del Municipio Media Valbisagno, dei Comitati di cittadini, delle Associazioni ambientaliste e dell’assessore comunale Massimo Nicolò sul progetto di realizzare un forno crematorio presso il cimitero monumentale di Staglieno.

La chiede il consigliere comunale del PD, Claudio Villa, dopo l’interrogazione sul tema indirizzata alla giunta prima dell’ultima seduta del Consiglio comunale e la Commissione municipale svoltasi nei giorni scorsi nel corso della quale è stato presentato il progetto.

“I cittadini del territorio – commenta Claudio Villa – si sono giustamente allarmati di fronte a quella che sembra una tempesta perfetta. Su quest’area insistono già diverse servitù della città, oltre a quattro forni crematori preesistenti, tra cui Volpara, un’autorimessa, l’area ex Piombifera, un’area per i mezzi Aster”.

“Molte condizioni che peggiorano la qualità della vita degli abitanti, per non parlare di quanto avvenuto nei giorni scorsi con la caduta in via delle Gavette di alcune lastre di acciaio dal cantiere sul Ponte Bisagno. Il progetto di un nuovo forno crematorio è già stato scartato dai cittadini della Valpolcevera e allora l’amministrazione ha pensato di ricollocarlo a Staglieno: mi sembra una battaglia tra poveri”, conclude Villa.

leggi anche
  • In arrivo
    Staglieno, ecco il progetto per il nuovo forno crematorio: fino a 4500 salme all’anno