Tentato omicidio

Massacrò la ex con una mazza da baseball per gelosia: condannato a 6 anni e 8 mesi

L'uomo che poi si era costituito aveva gravemente ferito anche un 84enne da cui la donna lavorava saltuariamente

Genova. Un anno e mezzo dopo che lei lo aveva lasciato era ancora folle di gelosia e il 5 febbraio dello scorso anno l’aveva massacrata con una mazza da baseball mandandola all’ospedale in prognosi riservata.

Con lei aveva gravemente ferito anche un anziano di 84 anni a cui la donna faceva la pedicure. Ieri l’uomo, un romeno di 46 anni è stato condannato con rito abbreviato (che consente di ottenere uno sconto di pena fino a un terzo) a 6 anni e 8 mesi di reclusione con per tentato omicidio con l’aggravante dei futili motivi.

I fatti erano accaduti in un’abitazione di Sampierdarena. Anche l’aggressore conosceva l’anziano a cui spesso portava la spesa a casa. Nonostante questo lo aveva colpito con ferocia. Poi era andato dai carabinieri di Sampierdarena a costituirsi.

La donna, 42 anni, era stata colpita in testa ma anche alle mani “tanto che ad oltre un anno dall’aggressione deve ancora portare un tutore che le impedisce di svolgere il suo lavoro” spiega l’avvocato Nadia Calafato del centro antiviolenza Mascherona che ha assistito la vittima.

Il 46enne si trova tutt’ora in carcere nonostante il suo avvocato avesse in questo periodo presentato un paio di istanze di attenuazione della misura cautelare: “Noi ci siamo sempre opposti – spiega ancora Calafato – e il gip le ha sempre respinte”.

Più informazioni