Rifiuti a chi?

Legambiente e Amiu per il riuso: quattro storie in video per raccontare l’economia circolare

Si parte con la Bottega I Ciacchi della Comunità San Benedetto al Porto dove si recuperano abiti e scarpe. In funzione anche un app

Genova. Il miglior modo per ridurre i rifiuti è non produrli. Nell’economia circolare riusare è meglio che riciclare perché implica il riutilizzo dell’oggetto che acquista così una seconda vita non diventando rifiuto. Nasce da questo assunto la collaborazione di Legambiente Liguria con Amiu per far conoscere la web app Refresh e promuovere il RIUSO e la lotta allo spreco.

Nella web app Refresh si possono trovare molte delle realtà che a Genova sono impegnate nel rimettere in circolo mobili, vestiti per adulti e bambini, libri, apparecchi elettronici, cibo; sono suddivise per tipologie, e facilmente consultabili su una sezione apposita del sito di Amiu.

«Come associazione ambientalista pensiamo sia importante mettere insieme sempre più soggetti che praticano l’economia circolare – spiega Federico Borromeo, direttore di Legambiente Liguria – per questo stiamo raccogliendo adesioni e chiediamo ai cittadini di segnalarci realtà che praticano il riuso. L’obiettivo è quello di fare crescere la comunità e rendere disponibili sempre più prodotti. Tra i tanti vantaggi del riuso – conclude Borromeo – c’è sicuramente quello di preservare l’ambiente consumando meno materie prime, ma spesso si traduce anche in un considerevole risparmio per i cittadini». Per aderire scrivere a: info@legambienteliguria.org

Per raccontare i vantaggi del riuso la troupe di Legambiente Liguria, capitanata da Alice Micchini, vicedirettrice dell’associazione ambientalista, ha visitato la Bottega I Ciacchi della Comunità San Benedetto al Porto dove si recuperano abiti e scarpe, Chiodo Fisso, negozio dove vengono rimessi a nuovo mobili e oggetti per la casa, Verdesfuso dove si vendono per lo più alimenti sfusi – ricordiamo che gli imballaggi rappresentano un terzo del rifiuto della nostra spazzatura – e poi da Bababum dove si possono trovare vestiti, scarpe e attrezzature (passeggini, biciclette) per bambini da 0-14 anni.

Le quattro video storie saranno trasmesse sulla pagina Facebook e sul canale You Tube di Legambiente Liguria il 27 marzo e il 3, il 10 e il 17 aprile e sono realizzate da Ugo Roffi.