Alle 15

La #protestaligure lunedì sotto la Prefettura: “Tutti con una catena perché siamo legati gli uni agli altri”

"Porteremo un documento al Prefetto e le spiegheremo perché dobbiamo tornare a lavorare tutti in sicurezza"

Genova. Torna puntualmente come ogni lunedì la protesta delle attività chiuse per Covid dai Dpcm che si susseguono da oltre un anno Ma questa volta la manifestazione indetta da #protestaligure che raccoglie ristoratori, palestre, discoteche, grossisti e partite iva di diverso tipo si dà appuntamento davanti alla Prefettura di Genova.

La manifestazione questa volta, dopo due lunedì di fila di cortei attraverso la città, potrebbe rimanere statica o quantomeno così è stata autorizzata dalla questura di Genova.

L’appuntamento è a partire dalle 15: “Abbiamo chiesto a ogni partecipante di portare una catena con un cartello dove scrivere la propria categoria di appartenenza – spiega Ivan Spagnolo, uno degli organizzatori – per far capire allo Stato, di cui la Prefettura è un’emanazione, che siamo tutti legati gli uni agli altri perché se non aprono i ristoranti per le cerimonie i grossisti con lavorano e allo stesso modo nessuno andrà a comprare scarpe e vestiti e così via”.

L’obiettivo è quello di ottenere un incontro con il prefetto Carmen Perrotta “a cui vogliamo portare un documento che siamo preparando” dice ancora Spagnolo.

C’è attesa intanto per le decisioni del Governo Draghi che la prossima settimana dovrà rinnovare il decreto legge sulle misure anti Covid: le aperture sperate non sembrano ancora vicine visti i rallentamenti sulle vaccinazioni e i livelli ancora preoccupanti dei contagi e alcune organizzazioni di ristoratori stanno pensando di protestare riaprendo comunque dopo il 6 aprile. “Vediamo quello che succederà con il nuovo decreto – spiegano da #protestaligure – e poi anche noi valuteremo il da farsi”.

Il movimento ha chiesto un incontro al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e nel frattempo ha già fissato, per il prossimo 15 aprile un confronto con il vicesindaco del Comune di Genova Pietro Piciocchi e con l’assessore Paola Bordilli.

leggi anche
  • "tutti i lunedì"
    Ristoratori di nuovo in piazza: “Vogliamo lavorare”. Critiche a Draghi: “Decreto Sostegni insufficiente”
  • Il corteo
    Coronavirus e restrizioni, ristoratori di nuovo in piazza: “Difendiamo lavoro e dignità”
  • #protestaligure
    Ristoratori e non solo, lunedì nuovo corteo contro le chiusure: “Portatevi le scarpe da ginnastica”
  • Progressione
    Coronavirus, il governo pensa alla zona gialla rafforzata per ripartire dopo Pasqua