Commento

La Campania compra i vaccini Sputnik, Toti: “Smettiamola, ognuno faccia il suo mestiere”

Al momento organizzazione sei giorni su sette, ha detto il governatore, meglio vaccinare di sera che la domenica per dare fiato agli operatori

Genova. “Ognuno faccia il suo mestiere. Il Paese deve garantire le dosi alle Regioni e lo deve fare attraverso vaccini certificati”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti questa mattina all’inaugurazione dell’hub vaccinale alla Fiera di Genova rispondendo alla domanda sul contratto firmato dal governatore della Campania De Luca per l’acquisto di dosi del vaccino Sputnik dopo l’approvazione da parte di Ema o Aifa.

“Sono certo che nessuno in questo Paese non vuole non utilizzare vaccini – ha detto Toti – Tutti quelli che ci sono, sono utili e funzionano e verranno utilizzati. Le Regioni hanno il compito di organizzare la distribuzione territoriale secondo le linee guida, il Governo ha il dovere di far arrivare i vaccini e comprarli. Le provocazioni, le accelerate… è tutto utile, però ora è un momento in cui ognuno deve tenere la sua posizione in campo”.

“Al momento la Liguria conta di arrivare a oltre 13mila vaccini somministrati al giorno lavorando sei giorni su sette domenica esclusa prolungando gli orari d’apertura di alcuni hub fino alle 22-23” ha spiegato il presidente della Regione.

“Di base preferiamo tenere un’organizzazione sei giorni su sette per il momento, anche per dare fiato ai tanti operatori sanitari che lavorano – ha detto Toti rispondendo a una domanda sulla possibile apertura domenicale del servizio – È più facile che l’hub della Fiera di Genova prolunghi l’orario fino alle 22-23 della sera, che non la domenica, poi vedremo se servirà estendere alla domenica”.

leggi anche
  • Pronti via
    Centinaia in fila alla Fiera per il vaccino nel nuovo hub, Figliuolo: “Con la Liguria ci siamo, lo dirò al premier”
  • "serve agire"
    Vaccini, i sindacati attaccano: “Liguria tra le ultime per somministrazioni. Toti continua propaganda”