In Liguria 52 stazioni ferroviarie diventeranno più accessibili a disabili e passeggini - Genova 24
Miglioramenti

In Liguria 52 stazioni ferroviarie diventeranno più accessibili a disabili e passeggini

Approvato dalla Regione il nuovo piano operativo valido fino al 2032

treno, stazione

Genova. La giunta regionale della Liguria ha approvato oggi un nuovo piano operativo per il miglioramento dell’accessibilità ai servizi ferroviari di persone a mobilità ridotta e con disabilità, valido fino al 2032.

“Al trasporto ferroviario della nostra Liguria si aggiungono maggiore sicurezza e una nuova accessibilità rivolta a tutta la popolazione, ma ancor più agli utilizzatori che presentano diverse esigenze di mobilità”, afferma l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino.

“Il piano, grazie allo studio svolto con la divisione passeggeri regionale Liguria di Trenitalia e Rfi si rivolge alle persone con difficoltà e disabilità motoria così come alle famiglie che viaggiano con passeggini, come agli anziani. Entro il 2023, inoltre, gli investimenti di Regione Liguria permetteranno di arrivare al totale rinnovo della flotta, con la consegna di 48 nuovi treni. Il piano permetterà di rendere accessibili e conformi alle specifiche tecniche di interoperabilità 52 stazioni presenti sul territorio ligure che coprono una quota pari al 95% del flusso passeggeri“, prosegue Berrino.

Queste le principali caratteristiche apportate dai miglioramenti: i marciapiedi bassi e i treni a pianale non ribassato verranno agevolati da una rampa o un carrello elevatore; i marciapiedi alti e i treni a pianale ribassati saranno dotati di accesso possibile in autonomia; sui nuovi treni saranno ampliate le postazioni riservate alle persone con disabilità e ridotta mobilità e minimizzati i dislivelli e le discontinuità; presenza di una toilette per disabili su sedia a ruote con porta scorrevole ad apertura e richiusura servoassistita e richiusura temporizzata mentre le porte dei convogli saranno dotate di segnalazione acustica e ottica. Particolare attenzione verrà posta alla sicurezza: è infatti prevista la presenza di un sistema di allarme passeggeri e di un impianto di citofonia per la comunicazione di emergenza tra viaggiatori e personale di macchina, oltre ad un moderno Sistema di Informazione Passeggeri.

“Una grande importanza rivestono infine le ‘Sale Blu‘, grazie alle quali è possibile la prenotazione, sia nelle 14 Sale territoriali, sia via web tramite l’apposita applicazione pubblicata sul sito di RFI, come la richiesta di accoglienza in stazione presso il punto di incontro concordato, l’accompagnamento al posto a bordo del treno in partenza e la messa a disposizione della sedia a ruote per l’accompagnamento in stazione. La Sala Blu in Liguria è ubicata nella stazione di Genova Piazza Principe e gestisce un network di 20 impianti”, conclude Berrino.

Più informazioni