Da sapere

I consigli per chi si vaccinerà alla Fiera di Genova: “Portatevi una penna e non venite in camicia” fotogallery

Da lunedì 29 marzo entrerà in funzione l'hub da 2mila dosi al giorno, ecco cosa fare per perdere meno tempo possibile

Genova. Il 29 marzo, alla presenza di autorità locali e nazionali, verrà inaugurato l’hub al padiglione blu della Fiera di Genova che diventerà il principale centro di somministrazione della Liguria, con una partnership pubblico-privato che consentirà di vaccinare 2mila persone al giorno nella prima fase e fino a 5mila quando entrerà a pieno regime. Una macchina organizzativa imponente (ieri abbiamo anticipato come funzionerà) che potrà raggiungere il massimo delle sue possibilità a una sola condizione: che si perda il minor tempo possibile.

Ed è per questo che oggi, durante il sopralluogo col presidente Giovanni Toti per verificare l’andamento dei lavori di allestimento che dovranno essere terminati entro sabato, il responsabile medico dell’Asl3 Giacomo Zappa ha fornito una serie di consigli per chi, a partire dalla prossima settimana, verrà a vaccinarsi a Fiera. Si tratta di persone nella fascia d’età 70-79 anni (che si stanno prenotando attraverso il portale online, il numero verde o gli sportelli Cup) che riceveranno il vaccino AstraZeneca, e dei pazienti ultrafragili ai quali sono riservate le dosi Pfizer.

I documenti

“All’ingresso del padiglione ci sarà un primo livello di controllo in cui verrà misurata la temperatura e controllata la prenotazione, quindi una seconda linea di check-in dove verrà ritirata la documentazione per fare il vaccino. Chi la avrà incompleta dovrà fermarsi per compilare i moduli. Noi consigliamo di venire con la documentazione già compilata“, spiega Zappa.

I documenti da preparare sono il modulo del consenso informato e la scheda anamnestica: si possono scaricare al momento della prenotazione online oppure, a questo link sul sito di Asl 3. Per chi non avesse dimestichezza o non riuscisse a stampare i fogli, il consiglio è quello di farsi aiutare da parenti o amici. Tutto è finalizzato a sbrigare la pratica nella maniera più rapida possibile

La penna

In ogni caso, visto che ci saranno altri documenti da firmare, bisognerà portare da casa una penna biro di colore blu o nero. “Per le regole anti contagio non possiamo permettere che una penna passi nelle mani di più persone”, aggiunge Zappa. Naturalmente ci saranno penne disponibili per chi l’avesse dimenticata a casa, ma averla già con sé aiuterà a snellire la procedura (e risparmiare sui costi delle penne, visto che non potranno essere restituite).

I vestiti

“Consigliamo di venire con un abbigliamento che consenta una rapida esposizione della spalla – prosegue Zappa – quindi non la classica camicia da uomo con mille bottoni. L’ideale sono magliette a maniche corte, polo, t-shirt, ovviamente con un soprabito”.

La procedura

Una volta superato il check-in si riceverà un foglietto con un numero e una lettera. L’area di attesa sarà divisa in due parti a seconda del tipo di vaccino da ricevere, la zona rossa e la zona blu. Quando si vedrà comparire il proprio numero sul tabellone luminoso bisognerà recarsi nel box corrispondente (saranno tutti contraddistinti da un numero). Lì un team di medici e infermieri porrà ulteriori domande, e se il colloquio avrà esito positivo si procederà all’iniezione. A quel punto si verrà accompagnati in una delle aree relax allestite a Levante e Ponente dove il personale sanitario monitorerà eventuali reazioni avverse, “che sono rarissime”, precisa Zappa. Se tutto filerà liscio, dopo un quarto d’ora si potrà uscire.

Tempi e numeri

In media ogni persona dall’entrata all’uscita rimarrà nel padiglione per circa mezz’ora. Nei primi giorni saranno allestiti 15-20 box, ognuno dei quali effettuerà circa 10 vaccinazioni all’ora. Il modulo completo si compone di 50 box, per un totale di 5mila vaccini al giorno su un orario di apertura di dieci ore nei feriali (dalle 8 alle 18).

Come arrivare

Potranno accedere in macchina solo le persone con problemi di deambulazione. In piazzale Kennedy sarà allestita una grande area dove parcheggiare auto e moto. Chi vorrà potrà entrare in Fiera e proseguire a piedi, per tutti gli altri Amt metterà a disposizione una navetta gratuita che farà la spola tra il parcheggio e il padiglione Jean Nouvel.

leggi anche
  • Giornata clou
    Arriva la conferma: Curcio e Figliuolo lunedì a Genova per inaugurare l’hub alla Fiera
  • Padiglione blu
    Centro vaccini alla Fiera di Genova, allestimento a tempo record: ecco come funzionerà
  • Obiettivo
    Vaccino Covid, Toti conferma: “Hub alla Fiera dal 29 marzo nonostante i tagli ad AstraZeneca”
  • Novità
    Vaccino Covid, dalla prossima settimana nuovo hub a San Benigno gestito dai privati
  • Analisi
    Dosi inutilizzate e medici “disoccupati”: ecco perché la Liguria è agli ultimi posti sui vaccini
  • Scontro
    In Liguria scoppia la guerra dei vaccini, medici contro la Regione: “Le nostre dosi ai privati”
  • Reazione
    Toti: “Vaccini tolti ai medici per darli ai privati? Falso e diffamatorio, chi lo dice ne risponderà”
  • Primo giorno
    Centro vaccinazioni della Fiera di Genova, domani si parte: tutti gli orari e i percorsi di accesso