Nuove certezze

Genoa, un’ottima prestazione non basta: prosegue però la fase di crescita fotogallery risultati

Dopo il brusco stop contro l'Inter si pensava che i rossoblù potessero tornare a vedere i fantasmi del passato, scacciati via grazie ad una prestazione convincente

Genova. Ieri è andato scena allo stadio Luigi Ferraris uno dei derby più attesi ed equilibrati degli ultimi anni. All’ombra della Laterna sono state Genoa e Sampdoria a rendersi protagoniste, dando vita ad una partita tignosa e a tratti divertente. Alla fine è stato ancora una volta un pareggio il risultato finale, anche se probabilmente i rossoblù avrebbero meritato maggior fortuna. Il Grifone infatti non aveva praticamente mai rischiato prima che si verificasse la circostanza del colpo di testa di Tonelli, dominando il match per larghi tratti soprattutto durante la prima frazione.

Colpevoli forse per non aver chiuso la partita, i rossoblù dopo l’inaspettato gol subito non sono più riusciti a rendersi pericolosi in maniera significativa, dividendosi la posta in palio con gli acerrimi rivali blucerchiati. Una sfida comunque soddisfacente per gli uomini di Ballardini, capaci di ritrovare gol e bel gioco dopo il deludente match di San Siro disputato con l’Inter.

Proprio nel post gara è stato l’allenatore del Grifone a dire la sua, esordendo in conferenza stampa dichiarando: “Il Genoa ha fatto una buona partita e per questo probabilmente meritavamo qualcosa in più. Ci teniamo la prestazione, è ovvio però che dispiaccia essere raggiunti a dieci minuti dalla fine”.

Successivamente il tecnico ha aggiunto che la sua squadra è riuscita a dimostrarsi all’altezza della Sampdoria, questo nella speranza di continuare a disputare sfide giocando con l’intensità vista ieri sera per magari raggiungere i rivali cittadini in classifica.

In seguito Ballardini ha anche “tirato le orecchie” ai suoi per non essere stati capaci di avere una continuità di prestazione nell’arco dei novanta minuti. Imprendibili nei primi 45′, Destro e compagni sono infatti calati nella seconda frazione dopo la rete di Zappacosta, subendo infine la rete del pareggio a causa di una disattenzione.

Un punto quindi che sta stretto ai rossoblù, puniti in maniera probabilmente troppo severa in occasione dell’unica reale chance concessa. In conclusione il mister del Grifone ha dedicato una riflessione sul prossimo impegno contro la Roma, definito come “il più importante.”

Prima di concludere è doveroso menzionare Davide Zappacosta, eroe di giornata per il popolo rossoblù che intervistato ha dichiarato: “C’era tanta delusione e tanta rabbia a fine partita perché subire gol così ha fatto male”. Poi una parentesi sulla rete da lui siglata: “Scamacca mi aveva chiesto di abbracciarlo nel caso avessi segnato, l’ho accontentato. Maglia azzurra? Io penso soltanto al Genoa, ma se la nazionale dovesse chiamarmi ne sarei davvero lusingato.”

È così terminato il post derby sulla sponda rossoblù. Una squadra consapevole e determinata potrà quindi guardare al futuro con una certezza: i vecchi fantasmi sono ormai soltanto un ricordo, questa formazione può davvero mettere in difficoltà chiunque.

leggi anche
  • Poco spettacolo
    Genoa-Sampdoria, derby senza vincitori: il pareggio è il risultato giusto