Lettera al direttore

Alle istituzioni

Decreto Covid, l’appello per la riapertura dei circoli Acli

Riceviamo e pubblichiamo l’appello degli accompagnatori spirituali per la riapertura dei circoli Acli in Liguria (foto credits: Achille Grandi)

In questo periodo storico così travagliato le nostre comunità stanno attraversando momenti di difficoltà non comuni e prove di coesione di straordinario spessore.

Le famiglie, la scuola, il mondo del lavoro, le aggregazioni sociali, costituiscono i capisaldi di un tessuto civile che, malgrado il flagello provocato dalla pandemia, continua ostinatamente e fiduciosamente a guardare con autentica speranza verso il proprio prossimo e verso il futuro, senza mascherarsi dietro falsi ottimismi o resilienze di maniera.
I nostri Circoli ACLI, così come tutte le altre Associazioni presenti sul territorio, da sempre sono presidi di socialità, solidarietà e legalità e contribuiscono ad un equilibrio di sentimenti ed emozioni positive, indispensabile sia per l’anima, sia ancor più adesso, e soprattutto, per la vita delle persone, siano donne o uomini. Nella nostra esperienza di accompagnatori spirituali abbiamo sempre apprezzato le iniziative dei Circoli volte a creare occasioni di incontro e a far crescere relazioni autentiche e significative.

Pensiamo che, anche in questa fase storica, i circoli Acli possano giocare un ruolo importante per aiutare le persone a superare la solitudine e l’individualismo che la pandemia ha fortemente accentuato. Pertanto chiediamo che i Circoli abbiano la possibilità di riaprire quando la regione Liguria è dichiarata zona gialla. Essi, al pari di altre attività, possono contribuire alla sopravvivenza stessa dei nostri quartieri e dei nostri paesi e della vita sociale delle persone.

Facciamo nostra l’affermazione di papa Francesco: “peggio di questa crisi, c’è solo il dramma di sprecarla, chiudendoci in noi stessi” (Omelia di Pentecoste, 31 maggio 2020). Di fronte a questa crisi i nostri circoli con tutti i servizi ad essi collegati (Patronati, CAF…) vogliono essere segno di solidarietà e attenzione ai più fragili, offrendo il proprio contributo di competenza e generosità.

Siamo sicuri che le regole e le limitazioni che verranno date per la riapertura saranno rispettate. La storia delle Acli è storia di legalità e correttezza verso le persone e le Istituzioni! Di fronte ai bisogni e necessità di tanti soci non vogliamo offrire semplicemente una porta chiusa ma un luogo accogliente in cui, in tutta sicurezza, i soci possano trovare serenità e speranza.
Aprire ai Circoli è aprire alla Vita

Gli accompagnatori spirituali delle ACLI della Liguria:

Don Andrea ROBOTTI
Don Sergio CHIAPPE
Don Renato ELENA
Don Michele FARINA

Più informazioni