Dai teatri all'ex-Ilva, in Liguria la staffetta di Libera per le 1031 vittime della mafia - Genova 24
21 marzo

Dai teatri all’ex-Ilva, in Liguria la staffetta di Libera per le 1031 vittime della mafia

Il covid non permette manifestazioni collettive ma l'associazione sarà fisicamente in alcuni luoghi simbolo. "La pandemia ha aumentato lo spazio di azione della criminalità organizzata"

Generica

Genova. Il Covid non permette neppure quest’anno manifestazioni collettive e cortei ma la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata in tutta Italia dalla rete di Libera si terrà lo stesso e andrà a far vivere, con i 1031 nomi di chi è stato ucciso dalla criminalità organizzata, tanti spazi di cultura, di lavoro, di vita sociale, in parte svuotati da mesi di pandemia.

La 26esima edizione della Giornata della Memoria avrà come tema proprio questo: “A ricordare e riveder le stelle – cultura e memoria” e si svolgerà come una staffetta, in diretta streaming con Goodmorning Genova, che inizierà il 21 marzo alle 9e30 e toccherà luoghi di cultura come il Teatro della Tosse, Palazzo Ducale, il Teatro Albatros di Rivarolo ma anche il Parco di Villa Rocca di Chiavari, il e infine il Teatro Nazionale di Genova che ospiterà il momento conclusivo della mattinata alla presenza delle massime autorità cittadine e regionali.

“La cultura che in questo anno di pandemia è stata spesso penalizzata e messa ai margini, ritenuta non essenziale, ma che è fonte primaria per l’evoluzione umana. La cultura che è capace di svegliare le coscienze, seminare responsabilità e generare partecipazione. La cultura quale ingrediente fondamentale per la lotta alle mafie e alla corruzione, scintilla di memoria e impegno sociale”, dice Andrea Macario, coordinatore di Libera Genova.

In ognuno di questi luoghi verranno letti i nomi delle vittime innocenti: un modo per far rivivere quegli uomini e quelle donne, bambini e bambine, per non far morire le idee testimoniate, l’esempio di chi ha combattuto le mafie a viso aperto e non ha ceduto alle minacce e ai ricatti che gli imponevano di derogare dal proprio dovere professionale e civile, ma anche le vite di chi, suo malgrado, si è ritrovato nella traiettoria di una pallottola diretta ad altri. Storie pulsanti di vita, di passioni, di sacrifici, di amore per il bene comune e di affermazione di diritti e di libertà negate.

“Anche il mondo del lavoro sarà al nostro fianco: componenti della Rsu unitaria CGIL, CISL e UIL leggeranno parte dell’elenco all’interno dello stabilimento ArcelorMittal di Cornigliano”, aggiunge Stefano Busi, presidente di Libera Liguria.

Mettere sotto i riflettori questo argomento oggi è più importante che mai. “La pandemia come tutte le crisi comporta un’opportunità in più per chi è spregiudicato – spiega Macario – lo sappiamo, la mafia ha soldi, e quindi si sostituisce a volte alle realtà legali e alle istituzioni con conseguenze gravissime, purtroppo quello che ci risulta è un aumento delle situazioni di infiltrazione della mafia nel mondo del commercio, non solo sotto forma di usura ma anche di acquisto di crediti o di investimenti laddove altre imprese cedono il passo”.

Non solo, i lockdown e la chiusura di piazze e circoli ha lasciato campo libero alle attività illegali come lo spaccio. “Svuotare le piazze e chiudere i circoli e le associazioni che molto spesso garantiscono un presidio ha reso meno sicure le nostre città e i nostri quartieri, sono questi i luoghi su cui vogliamo accendere la luce”.

In tutta la Liguria. Anche nelle altre province memoria e impegno protagoniste, con l’organizzazione di decine di piccoli momenti di lettura e riflessione, che vedranno il coinvolgimento di altrettante realtà del mondo culturale e sociale: dal Cinema Italia di Sarzana al Teatro delle Udienze di Finalborgo, dall’Arci Camalli di Imperia al Bar Hobbit di Ventimiglia, solo per citarne alcune.

Non mancheranno, infine, momenti di raccoglimento e riflessione, come ad esempio la veglia interreligiosa che si terrà domenica 21 marzo alle 15.30 a Savona, presso la Chiesa di San Raffaele al Porto, e che verrà trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook di Libera Savona.

leggi anche
Generica
Ricorrenza
Giornata in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, Bucci: “Siano un monito per tutti noi”