Livelli di guardia

Coronavirus, Toti: “In Liguria Rt 1, saremmo in zona gialla”. Ma il Savonese rischia la zona rossa

Il governatore: "Incidenza sensibilmente superiore al resto della regione, pronti a ulteriori misure se i numeri aumenteranno"

Genova. La Liguria resterà in zona arancione anche la prossima settimana. Niente passaggio in zona rossa nemmeno questa volta, alla luce dei dati che domani emergeranno dal monitoraggio Iss-ministero della Salute in base al quale il ministro Speranza emetterà le ordinanze che determinano eventuali cambi di colore.

Anzi: “La Liguria sarebbe l’unica regione gialla del Nord Italia – spiega in conferenza stampa il governatore Giovanni Toti anticipando il report del venerdì -. Con un Rt 1 esatto nel valore inferiore dell’intervallo di confidenza la Liguria sarebbe in uno scenario di rischio basso. Ovviamente non siamo zona gialla perché il decreto Draghi la congela ino al termine delle vacanze pasquali, ma direi che è un buon risultato soprattutto per coloro che hanno rispettato le regole per mantenere la nostra regione piuttosto immune”.

Ma a preoccupare adesso è la situazione nel Savonese, dove “si registra un’incidenza sensibilmente superiore al resto della regione”, spiega Toti che non esclude ulteriori misure restrittive. “Abbiamo cominciato oggi alcune valutazioni. Siamo sotto la soglia di incidenza dei 250 casi ogni 100mila abitanti a settimana in provincia di Savona e nei singoli distretti sanitari, quindi siamo ancora in una soglia ampiamente discrezionale e non abbiamo toccato i livelli che avevano toccato Ventimiglia e Sanremo”.

Ma “se servirà siamo pronti a ulteriori misure, che vorrebbe dire passare in zona rossa, cosa che al momento ancora i dati non pretendono. Se i numeri dovessero ancora salire senza inversione di tendenza è una riflessione che potremmo fare”.

“Occorre dire – ha precisato il governatore – che siamo già in zona arancione, mentre quando intervenimmo su Ventimiglia e Sanremo eravamo in zona gialla nel resto della regione. Inoltre nei prossimi giorni chiuderanno le scuole per le vacanze di Pasqua fino a mercoledì della settimana successiva. Sicuramente nelle prossime ore sentiremo il presidente della provincia Olivieri e il sindaco di Savona che certamente è uno dei comuni in cui sta circolando di più il virus, soprattutto per raccomandare misure locali di controllo ed evitare anche quei minimi assembramenti che si producono nelle giornate festive”.

 

leggi anche
  • "normale"
    Domenica di sole e zona arancione, decine di segnalazioni per assembramenti a Genova
  • Misure
    Liguria confermata in zona arancione, scuole superiori chiuse fino al 31 marzo
  • Progressione
    Coronavirus, il governo pensa alla zona gialla rafforzata per ripartire dopo Pasqua
  • Orientamento
    Coronavirus, Governo verso il no alle zone gialle fino a fine aprile. Toti: “Disastroso”